Fabrizio Marino

Maggese

via IV Novembre, 29
56028 - San Miniato (Pisa)
+3905711723546

LEGGI LA SCHEDA SULLA GUIDA 2020

Nato a Ponte a Elsa, nel 1979, ha trascorso sinora più di metà della sua vita in cucina, iniziando giovanissimo alla scuola alberghiera e proseguendo in un percorso di esperienze in Italia e all’estero. Dopo l’esperienza fondamentale durata otto anni al Joia di Pietro Leemann a Milano, qualche stagione trascorsa nella sua Toscana collaborando al ristorante Papaveri e Papere di Paolo Fiaschi e numerosi viaggi in Giappone, a marzo del 2019 ha aperto il suo primo locale: Maggese

“Alcuni anni fa, quando iniziò a manifestarsi il desiderio di un posto “mio” - non prestissimo, dato che in casa di altri son sempre stato molto bene - ho subito pensato a un ristorante vegetariano. E non solo per questioni etiche, ma per la libertà che questa scelta consente di spaziare: l’arte più è libera più è bella”. E finalmente sono arrivati il momento giusto e il posto giusto: Maggese si trova a San Miniato - provincia di Pisa ma vicino a Firenze - ed è ospitato in un piccolo fondo assai caratteristico, con licenza di bar dalla fine dell’800.

La parola d’ordine in cucina, secondo Marino, è codifica e accessibilità, perché l’esperienza del pasto diventi per tutti i commensali un incontro autentico non un ripiego. La lezione del Giappone, poi, è chiara: “Là gli chef sono meno famosi, meno protagonisti. Nessuno di loro è esperto di tutto, ma uno degli scopi principali, attraverso lavoro concentrazione e dedizione, è diventare il migliore in qualcosa. C’è una tale intensità nell’aria, nel momento in cui si impara, un esercizio di concentrazione che non siamo più abituati a fare”.

a cura di

Amelia De Francesco

Napoletana di nascita e lucchese di adozione, parte dalla critica letteraria per arrivare poi a raccontare di cibo e di vino (che sono anche le sue passioni). Adora viaggiare e va matta per la convivialità che si crea intorno alla tavola