Identità New York 2017, l'edizione dei numeri uno

Bottura, Ripert, Martinez, Cerea, Ros, Ceraudo, Scaglione... Protagonisti e programma dell'ottava trasferta a Eataly Flatiron

28-09-2017
I protagonisti dell'ottava edizione di Identi

I protagonisti dell'ottava edizione di Identità New York (10-12 ottobre 2017): da sinistra a destra, in senso orario: la slovena Ana Roš, Caterina Ceraudo, Bobo Cerea, Virgilio Martinez, Eric Ripert, Massimo Bottura, Corrado Scaglione

Appena dopo Chicago (7-8 ottobre) e appena prima di Boston (13 ottobre), Eataly Flatiron, a Manhattan, ospita anche quest’anno Identità New York (10-12 ottobre), la madre di tutte le sortite negli Stati Uniti, quest’anno all’ottava edizione.

Se in Illinois il focus sarà su pasta e pizza, nella megapoli atlantica lo spartito è un altro: «Si parte dal tema della passata edizione, cioè ‘Non sprecare il pianeta’», spiega Paolo Marchi, «sempre attuale grazie alle nuove politiche statunitensi, per cercare il meglio a livello di confronto, nuovi pensieri, solidarietà. Ma lo svilupperemo arricchendolo con un ulteriore sottotema, ‘la verità nel piatto’ perché tutto il lavoro di pensiero e di ricerca a monte, trova la sua ragione finale, il suo reale valore al momento del servizio ».

I protagonisti sono di assoluto rilievo, a partire da Massimo Bottura, unico a inanellare con noi 8 partecipazioni su 8 con noi all’ombra del Ferro da stiro, un’epopea che lo ha visto tenere lezione con altri mostri sacri della cucina mondiale, da Daniel Humm ad Alain Ducasse.

Massimo Bottura ed Eric Ripert

Massimo Bottura ed Eric Ripert

Quest’anno (giovedì 12 ottobre, ore 13 locali) sarà con lui il francese Eric Ripert, un cuoco che sta marcando come pochi i destini dell’alta cucina di New York con il suo Le Bernardin, 4 stelle per il New York Times, 3 per la Michelin edizione americana e al 17mo posto nella World’s 50Best (leggi la sua intera biografia).

Al loro fianco (martedì 10, ore 18) un ulteriore plotone di numeri uno: lo chef del miglior ristorante 50Best LatinAmerica, il peruviano Virgilio Martinez, al debutto a New York a lezione accanto a Bobo Cerea di Da Vittorio, altre 3 stelle Michelin nel paniere newyorkese, e qui Ambasciatore di East Lombardy - Regione Europea della Gastronomia 2017

Ma prima di tutti (martedì 10, ore 13) ci saranno due primattrici: la migliore chef al mondo per la World’s 50Best, la slovena Ana Roš (ristorante Hisa Franko a Caporetto) e la calabrese Caterina Ceraudo (Dattilo a Strongoli, in Calabria), prima donna chef italiana secondo l’edizione 2017 della Michelin Italia. «Cuochi e cuoche di paesi distanti», specifica Marchi, «per alzare ulteriormente l’asticella del confronto internazionale».

Ana Ros e Caterina Ceraudo

Ana Ros e Caterina Ceraudo

Come l’anno scorso, Identità New York prevede per mercoledì 11 ottobre una cena Dine Around in Store, itinerante nei vari ristoranti di Eataly Flatiron, ognuno siglato dalla specialità di un cuoco diverso: la pizza di Corrado Scaglione di Enosteria Lipen (Triuggio in Brianza), reduce da Chicago, il piatto vegetale dello stesso Bottura, la pietanza di pesce di Martinez, la pasta di Caterina Ceraudo, il secondo piatto di Ana Roš, il dessert di Bobo Cerea. Gioie assicurate.

Le masterclass e la cena si acquistano online.

Leggi anche
Identità Chicago 2017: dialoghi su pasta e pizza
Identità Stati Uniti 2017: Chicago, New York e Boston


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola