25-10-2023

Di che Sicilia siamo fatti? Le Soste di Ulisse si danno appuntamento a Siracusa

L’associazione che riunisce le eccellenze enogastronomiche e dell’hotellerie di Trinacria a congresso il 29 e il 30 ottobre. Due giorni di condivisioni, contaminazioni, buon cibo, tavole rotonde, promozione del territorio e delle sue eccellenze

Un pensiero stupendo che da giorni gira sui social, un richiamo a cui nessun gourmet dell’isola a tre punte resterà sordo: il resort Minareto di Punta Castelluccio a Siracusa, il 29 e 30 ottobre 2023, sarà animato dal primo congresso post-pandemia de Le Soste di Ulisse, associazione di 47 realtà tra ristoranti d’eccellenza, aziende vinicole e strutture ricettive di Sicilia. «In qualità di presidente dell’associazione, dopo questi anni molto difficili per tutto il nostro comparto, sono felice e molto emozionato per questo nuovo congresso – dichiara Pino Cuttaia, chef e titolare de La Madia di Licata – «Sarà un’occasione importante per dare nuovi impulsi a tutti noi in un contesto così profondamente cambiato soprattutto ora che la nostra isola sta vivendo un momento di grande attenzione come destinazione di un turismo internazionale colto e non solo balneare. Ringrazio tutti quelli che credono nel nostro progetto e hanno investito nelle nostre idee».

Nei due giorni dell’evento sono in programma dibattiti tra chef, imprenditori, professionisti dell’ospitalità e giornalisti internazionali che si confronteranno sulla sostenibilità, sulla cultura enogastronomica innovativa, sulla difesa del Mediterraneo, su nuovi modelli di ospitalità e sulla “Sicilia futura”, ma non mancheranno momenti conviviali e di festa.

Domenica 29 ottobre il congresso si aprirà sui seguenti temi:
• Destination Marketing: strategie generali ed 1-2 case studies;
• The Dream Makers: come e chi sono i creatori di esperienze memorabili;
• The Media Tellers: i Travel Editors raccontano la loro Sicilia.

Con l’occasione, saranno coinvolti alcuni tra i maggiori players dell’enogastronomia e del marketing del turismo italiano ed internazionale in un confronto tra Ministero, Regione, DMC specializzati, chef, enti del turismo, brand internazionali dell’ospitalità e operatori. Alle ore 13 inizierà un pranzo celebrativo dello street food interpretato dagli chef associati provenienti dai “tre valli” che raccolgono in sé le variegate anime gastronomiche della Sicilia, allietato da intrattenimento di artisti di strada, musicisti e buskers. Nel pomeriggio, il consorzio Sicilia Doc, guidato da Antonio Rallo e partner da quest’anno de Le Soste di Ulisse, curerà “Vitigni & Territori”, un tasting vinicolo delle varietà autoctone più riconosciute e rappresentative del Continente Sicilia.

Lunedì 30 ottobre la giornata si aprirà sul tema “Sapori mediterranei”, momento di confronto curato da Paolo Vizzari e Manuela Fissore dedicato alla cultura gastronomica del Mediterraneo ed ai suoi “gesti”, che uniscono popoli che parlano lingue diverse attraverso il Mare Nostrum. Tra gli ospiti e testimoni di questa ampia giornata ci saranno Maksut Askar del Neolokal di Istanbul, Jacopo Ticchi del Da Lucio di Rimini, Chiara Pavan e Francesco Brutto del Venissa di Mazzorbo, Tamara Rigo, pastry chef di Gucci Osteria by Massimo Bottura di Los Angeles, Sahar Parham Al Awadhi, "best pastry chef in the Middle East and North Africa" di World's 50 Best Award 2022, Manolis Papoutsakis del Pharaoh di Atene, Vicky Sevilla del Arrels di Sagunto, Andrea Moscardino del Ceto par Mauro Colagreco di Roquebrune-Cap-Martin.

Il congresso si concluderà lunedì 30 ottobre con una cena-evento curata dagli chef dell’associazione e dagli chef ospiti. Per la partecipazione ed acquisto dell’ingresso agli eventi gastronomici di domenica 29 ottobre e alla cena di lunedì 30 ottobre, telefonare al numero 0931.721222, oppure inviare una mail a info@minareto.it. Evento Street Food (gratuito fino a 10 anni, 10-13 anni ridotto 50%): 100 euro. Cena di gala: 200 euro. Pacchetto Evento+cena: 250 euro. Info: lesostediulisse.it/eventi


News

a cura di

Davide Visiello

classe 1974, sommelier, assaggiatore di caffè e verace uomo del Sud, è alla costante ricerca di sole e cieli azzurri. Nato a Vico Equense e cresciuto a Castellammare di Stabia, ama la cucina quando è innovativa e ha solide basi. Epicureo di cuore e palato, vive e scrive a Palermo, ma mangia e beve ovunque. Collabora con Identità Golose dal 2016