Amici per la pizza: quattro chef dai fornelli al forno, per una sera

16-10-2019

Al Poggio del sole di Ragusa, domenica 20 ottobre, Di Liberto, Bonsignore, Geraci e Raciti proporranno la propria versione di pizza contemporanea 

Per una sera lontani da coltelli, fornelli e padelle. E tutti riuniti - invece - attorno a farine, impasti e legna da ardere per accendere la fantasia. Quando Dario Di Liberto, da qualche anno ormai alla guida delle cucine del Poggio del sole, hotel e ristorante a Ragusa, ha lanciato questo invito-sfida ai suoi colleghi Peppe Bonsignore de L’Oste e il Sacrestano di Licata, Giuseppe Geraci del Modì di Torregrotta e Giuseppe Raciti di Zash a Giarre, nessuno dei tre se l’è fatto ripetere due volte. Così si ritroveranno - "Amici per la pizza" - domenica 20 ottobre all’Hosteria del Poggio del Sole, per dar vita a una festa dedicata alla pizza d’autore.

 «Amici per la pizza - racconta Dario Di Liberto - sarà proprio questo, una vera e propria festa: non è la prima volta che due o più chef lavorano insieme per organizzare un evento, ma in questo caso l’evento consisterà già nell’opportunità, per noi, di poter stare insieme, ognuno per una sera fuori dalla responsabilità della propria cucina, per "giocare lavorando". Ci aspettano solo morbidi panetti da stendere, e tanta fantasia!».

Di Liberto, del resto, ha sempre manifestato attraverso i suoi piatti - anche quelli più complessi e ricercati - il desiderio di coinvolgere i suoi ospiti nella dimensione ludica del cucinare e in questa occasione ha scelto tre partner decisamente affini al suo spirito: «Credo che tutti, nell’ambito della nostra professione, sentiamo questo bisogno. E sentiamo allo stesso modo che le occasioni per esprimerlo non sono molte. Il mio invito è stato accolto subito con entusiasmo dagli chef e dai fornitori, nostri collaboratori, e questo mi fa credere che il format possa essere vincente per noi e per gli ospiti».

Di Liberto, Bonsignore, Geraci e Raciti proporranno a turno un’interpretazione del tutto personale di ciò che può rendere la pizza contemporanea. A cominciare da un pensiero sulle materie prime, in chiave strettamente siciliana. Al loro fianco ci saranno infatti alcuni grandi produttori dell’Isola: Giovanni Tuminello dell’azienda agricola Bubalus di Ragusa con i suoi formaggi di bufala; Massimiliano Castro dell’azienda Il Chiaramontano di Ragusa con i suoi salumi di asino e di suino; i formaggi delle Latterie Riunite; Angelo Manna dell’azienda Agrirape di Leonforte con le sue confetture e i suoi legumi. 

E ad accompagnare le pizze ci saranno le bollicine di Avide, di Cantine Russo e di Planeta, le birre artigianali Tarì e Chinaschi e le bibite dell'azienda modicana Polara: così anche per gli abbinamenti, non sempre facili né scontati sulla pizza, gli ospiti stessi saranno liberi di sperimentare.