Michelin Francia: una stella all'italiano Simone Tondo. Tre a Mauro Colagreco

21-01-2019
Simone Tondo, sardo di Macomer, da un anno al timone di Racines, Parigi, una stella Michelin da oggi (foto www.gillespudlowski.com)

Simone Tondo, sardo di Macomer, da un anno al timone di Racines, Parigi, una stella Michelin da oggi (foto www.gillespudlowski.com)

E' stata presentata la nuova edizione della Michelin Francia. Due i nuovi 3 stelle: Le Clos de Sens ad Annecy (chef Laurent Petit), Mirazur a Mentone (chef Mauro Colagreco, executive chef Antonio Buono, italiano).

Ben tre ristoranti perdono la terza stella: L'Auberge de l'Ill in Alsazia (le aveva dal 1967), Marc Veyrat a La Maison des Bois in Savoia e Pascal Barbot a L'Astrance a Parigi.

Cinque i nuovi due stelle: David Toutain a Parigi, già miglior chef straniero per la Guida di Identità Golose, due per Le Coquillage di Hugo Roellinger, La Maison d’a Cote di Montlivault, La Scéne di Stéphanie Le Quellec a Parigi, AM di Alexandre Mazzia a Marsiglia.

Per noi italiani la notizia è la stella assegnata a Racines, insegna rilevata giusto un anno fa dal 31enne Simone Tondo. Il cuoco sardo aveva chiuso l’ambizioso Tondo, in rue du Cotte. Con Racines aveva cambiato rotta, scommettendo su una cucina più semplice e italiana al 100%: in carta oggi ci sono pasta al ragù, polpette al sugo, vitello tonnato, costoletta alla milanese. I francesi hanno assegnato una stella a una cucina da trattoria.

Tra i 68 nuovi una stella, anche L'Abysse au Pavillon Ledoyen il sushi bar di Yannick Alleno, Virtus e Abri a Parigi.