02-11-2021

Con il ristorante Casa Nostra, a Yerevan, Berto's arriva in Armenia

Un grande successo per il primo progetto del brand specializzato in cucine professionali, nel Paese caucasico

LaCucina è l'idea di Berto's per il ris

LaCucina è l'idea di Berto's per il ristorante Casa Nostra a Yerevan, in Armenia

Le prime volte non si scordano mai. E certamente, non può essere dimenticata la prima cucina progettata da Berto's e venduta per un ristorante in Armenia: il Casa Nostra, nel cuore della capitale Yerevan.

Come si deduce dal nome, propriamente italiano, l’intenzione dei proprietari è stata quella di creare a tremila chilometri da Roma una raffinata culla di sapori del Bel Paese: ecco perché quasi tutte le materie prime valorizzate in cucina giungono direttamente dall’Italia, con un’unica eccezione di rilievo rappresentata dalla pasta, preparata in loco utilizzando il pregiato grano duro armeno.

Anche lo staff di sala porta un simpatico tocco mediterraneo al locale indossando la coppola e intrattenendo gli ospiti con qualche intermezzo musicale e di danza italiana tra una portata e l’altra.

Non ci si faccia però l’idea di un ristorante che vuole percorrere la via semplice dei grandi classici della cucina tradizionale e regionale della nostra penisola: qui il livello è decisamente superiore, con una ricerca nella rielaborazione e nella sperimentazione, propria di un ristorante che nei prossimi anni punta, con basi più che solide, a ottenere il riconoscimento di una stella Michelin.

LaCucina è un monoblocco personalizzato dalle finiture cromatiche, che ricalcano il senso estetico mediorientale tipico dell'Armenia. Il monoblocco è collocato proprio al centro del ristorante

LaCucina è un monoblocco personalizzato dalle finiture cromatiche, che ricalcano il senso estetico mediorientale tipico dell'Armenia. Il monoblocco è collocato proprio al centro del ristorante

Una struttura così ambiziosa e raffinata, non poteva che scegliere una cucina di altissimo livello: è nato così il monoblocco personalizzato LaCucina, che nelle finiture cromatiche dorate esprime il senso estetico mediorientale tipico di questa terra. Il progetto, seguito dall’area manager Davide Bedana in collaborazione con il nuovo partner Complex Bar – TST, ha presentato anche una sfida progettuale piuttosto ardita: il monoblocco, infatti, è stato creato in quattro parti originariamente separate che consentissero, una volta assemblate, di posizionare LaCucina a vista proprio al centro del ristorante, andando a combaciare e unirsi perfettamente attorno alla grande colonna preesistente.

Una sfida pienamente vinta da Berto’s, così come dai proprietari del ristorante Casa Nostra, che nonostante la fascia di prezzo elevata, registra sempre il tutto esaurito in sala.

E allora, dopo aver brindato a questo primo successo in terra armena con un buon bicchierino di Ararat, il pregiato whisky locale che prende il nome dall’imponente catena montuosa che fa da sfondo al panorama di Yerevan, non resta che attendere i nuovi progetti da realizzare in un paese dove il settore della ristorazione di alta fascia ha un potenziale ancora tutto da scoprire.


Berto's

Berto's

Identità Golose

a cura di

Identità Golose

A cura della redazione di Identità Golose