14-06-2024

207 Amaro Locale sbanca ai World Drink Awards 2024

L'amore targato Pernod Ricard si aggiudica ben sette riconoscimenti nella catagoria amari

Zafferano, menta, scorze di arancia dolce e limoni: questi gli ingredienti che hanno convinto la giuria internazionale del World Drink Awards 2024, che ha assegnato a 207 Amaro Locale ben sette riconoscimenti.

Il nuovo amaro, entrato nel port-folio di Pernod Ricard, e dedicato alla valorizzazione del territorio italiano e delle sue eccellenze, ha poco più di un anno di vita eppure già si è fatto notare nel settore della liquoristica, aldilà dei confini nazionali.

Il progetto rappresenta un ottimo esempio di come si possa attingere alla tradizione, ma dandole una veste fresca e al passo con i tempi e le modalità di consumo contemporanee. Non un semplice dopocena, magari a casa o bevuto nella trattoria sottocasa, l’amaro è stato nobilitato a un distillato di alta profilatura aromatica in grado di esprimersi al meglio in diverse realtà ristorative a partire dalla pizzeria gourmet, fino ad arrivare al fine dining.

Sempre più legato al territorio e alle tradizioni ad esso collegato, 207 Amaro Locale porta nel suo numero una storia affascinante. Agli inizi del tredicesimo secolo, il frate Domenico Santucci importò 207 bulbi di zafferano dalla Spagna all’Italia. Santucci era originario di Navelli, in provincia dell’Aquila, dove oggi fiorisce il bulbo più prezioso, lo zafferano dell’Aquila Dop, che è oggi al centro del bouquet di erbe di Amaro Locale insieme alla menta di Pancalieri del Piemonte, le scorze di arancia dolce di Calabria e i limoni di Sicilia.

Partner della Guida alle Pizzerie e Cocktail bar d’Autore 2024, 207 Amaro Locale ha ottenuto l’oro nelle categorie “Gold Bitters” e “Italy Country Winner Bitters” e il terzo posto invece nella categoria di amaro alle erbe.

Un premio che valorizza ulteriormente la liquoristica italiana in senso più ampio, dove il nostro Paese rappresenta un leader di settore oltre a un valore storico importante nel recuperare antiche ricette e tradizioni inserite profondamente nel territorio.

Alessia Ferro – Head of Marketing Pernod Ricard Italia – infatti sottolinea l’importanza di questo premio, per un prodotto che è “libera espressione del territorio, delle genti, dell’appartenenza e del gusto, attraverso caratteri eleganti e gesti consapevoli. Locale esprime l’Italia ricca di contraddizioni: è dolce e amaro, unico e di tutti, un nuovo gusto antico ma con un sapore ricco di storia”.

La stessa giuria internazionale ne evidenzia le caratteristiche “alla maniera italiana”, fotografando nell’amaro una ritualità e un bagaglio culturale che valorizza il mediterraneo e i suoi profumi.


News

a cura di

Claudia Orlandi

sceneggiatrice e scrittrice, dalla scuola di giornalismo enogastronomico del Gambero Rosso è approdata a Identità Golose