Le grandi aziende del made in Italy con Identità negli Usa

Partner prestigiosi pronti a raccontare le eccellenze del nostro Paese agli eventi di Chicago, New York e Boston

06-10-2017

Chicago, New York e, per la prima volta, Boston: sono queste le tappe degli appuntamenti di Identità Golose negli Eataly statunitensi. A partire dalla metropoli sul Michigan i temi che verranno affrontati in lezioni e cene di alto profilo, vedranno coinvolte aziende d’eccellenza pronte a sfidare alcuni clichè sull’italianità.

Infatti, aprirà le danze Chicago dedicando due giornate, il 7 e l’8 ottobre, alla pizza e alla pasta e portando così alla ribalta la svolta gourmet della ristorazione italiana contemporanea. A seguire New York sulla scia dell’edizione 2016 con Non sprecare il mondo – la verità nel piatto, una tappa a cui sarà affidato il compito di esplorare la cucina internazionale dall’Italia al Cile, dalla Slovenia a Los Angeles. Infine, il 13 ottobre a Eataly Boston si chiuderà l’avventura a stelle e strisce in una cena di gala con il felice incontro della Calabria di oggi e il Massachusset.

Ad accompagnare questi eventi si confermano importanti partner che, da anni, si occupano di promuovere la cultura gastronomica italiana nel mondo. Il Consorzio Tutela Grana Padano si presenta nella duplice veste di ente, che valorizza la produzione italiane, e di promotore dell’utilizzo del formaggio Grana Padano nella cucina d’autore e non solo. Lavazza si focalizzerà nel raccontare l’“italianità” in momenti unici, che sono diventati veri e propri riti, come la prima colazione e la selezione di miscele ideali per iniziare la giornata. Acqua Panna-S. Pellegrino e Fontanafredda saranno il perfetto abbinamento alle ricette degli chef sia nelle lezioni sia nelle cene di gala.

A Monograno Felicetti e Petra il compito di sfatare le leggende sulla pasta e la pizza e raccontare al pubblico, in primis, di Chicago l’importanza di partire da ottime materie prime e affidarsi alle mani di sapienti chef e pizza chef per ottenere risultati inediti. Petra, alla sua prima apparizione sulla scena americana, si dedicherà alla presentazione della pizza gourmet, del concetto di lievitazione e dell’importanza delle farine a una platea ancora neofita di queste innovazioni. E ancora: dopo aver ricoperto il ruolo di bollicina ufficiale di Identità Chicago e Identità New York nelle passate edizioni, ecco Berlucchi tra i main sponsor dell’edizione 2017, un esempio di imprenditorialità tutta italiana fondata sui valori della famiglia.

L’Italia sarà ancora di più rappresentata da tante altre realtà, che porranno l’accento sulla produzione regionale e la sua conoscenza. Il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena insegnerà al pubblico americano come riconoscere il vero balsamico, tradizionale e invecchiato. Mentre Urbani Tartufi avrà l’occasione di far degustare il vero tartufo italiano oltre che ospitare, nel suo Truffle Lab, il primo evento Fuori Identità New York con la partecipazione speciale dello chef Michael White.

Tornerà il mondo del riso con Riso Buono, l’azienda di Cristina Guidobono Cavalchini Garofoli e il suo lavoro di valorizzazione del vero Carnaroli. Così come l’olio extravergine d’oliva, uno dei prodotti più apprezzati oltreoceano, sarà ben rappresentato dal Frantoio Schinosa recentemente premiato con la medaglia d’oro al New York Oil Award. Non mancheranno naturalmente, i vini italiani grazie all’azienda calabrese Ceraudo e a Tenute Fertuna dalla Toscana con il Pactio, il Droppello e il Lodai.

Agli eventi di Identità Chicago, New York e Boston, i prodotti e produttori saranno perfettamente coordinati dallo staff di Eataly e supportati dalla disponibilità di partner tecnici come Moretti Forni e i loro forni elettrici per la pizza; mentre tutti gli chef relatori saranno vestiti Bragard per celebrare una kermesse che, siamo certi, delizierà il pubblico presente.


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola