Tutto quello che occorre sapere sul Merano Wine Festival

08-11-2018

Torna da domani la kermesse enologica (ma anche gastronomica) organizzata in Sud Tirolo. Si parte col mondo bio, poi tante novità, per 5 giorni fino a martedì

Inizia domani 9 novembre la ventisettesima edizione del Merano Wine Festival, consolidata kermesse enogastronomica ideata e organizzata dal WineHunter Helmuth Köcher, che dal 1992 seleziona in Italia e all’estero i migliori vini e prodotti alimentari per la manifestazione. Per cinque giorni, appassionati e addetti ai lavori avranno accesso alle sale stile Liberty dell’evocativo Kurhaus nel centro altoatesino per assaggiare, nello spazio Bio&Dinamica, una selezione di vini biologici, biodinamici e Piwi (fatti con varietà di vite resistenti alle crittogame).

Helmuth Köcher

Helmuth Köcher

Dal 10 novembre saranno a disposizione degli ospiti i vini più pregiati e le ultime novità di oltre 300 aziende scelte dalle commissioni The WineHunter e incluse in The Official Selection; nell’area dedicata ai produttori internazionali saranno in degustazione numerose referenze provenienti dalle regioni più interessanti del mondo. Non poteva mancare lungo la Passerpromenade, famoso tratto di passeggiata sul fiume Passirio, la Gourmet Arena, selezione di produttori alimentari nazionali e internazionali, birrifici artigianali e distillatori.

Per la Regione Campania, il giornalista Dante Del Vecchio sarà presente, come ogni anno, con la degustazione di vini di eccellenza (dal Vesuvio ai Campi Flegrei, dal Falerno del Massico all’Asprinio di Aversa, dal Taurasi e vini del Cilento) e prodotti agroalimentari (pizza ma anche pasta di Gragnano Dop declinata alle diverse tipologie di pomodori della Campania). In scena anche interpretazioni gastronomiche della pizza, la cui arte è oggi patrimonio immateriale Unesco, con la partecipazione di Gino Sorbillo, Enzo Coccia e lo chef Antonio Tubelli.

Rispetto alle precedenti edizioni, la manifestazione si arricchisce di momenti mondani e di intrattenimento come quelli coordinati dal giornalista Francesco Fadda in The Circle – People, Lands, Experiences: dal 9 al 12 novembre, dalle ore 9 alle 24, uno spazio di 450 mq in piazza della Rena sarà un palcoscenico di wine&food tasting, dove si incontreranno chef e piccoli produttori di tipicità, vignaioli e pizzaioli fra i più conosciuti. La sera, a chiusura del Kurhaus e della Gourmet Arena, The Circle diventerà uno spazio lounge dove rilassarsi.

Altra novità, la nuova area espositiva dedicata, che si affianca alla Gourmet Arena, denominata Spirits Experience, dove dal 9 al 12 novembre, dalle ore 10 alle 18, il barmanager Fabio Bacchi sarà guida in un viaggio tra degustazioni e seminari a tema del “bere responsabile” organizzati dalle aziende con esperti del settore e rappresentanti della mixology.

Dal 10 al 12 novembre, da non perdere le numerose Charity Wine Masterclass nelle sale congressuali dell’Hotel delle Terme: degustazioni guidate per conoscere e approfondire storia e prodotti di alcune delle migliori aziende vitivinicole italiane il cui ricavato sarà devoluto per un progetto di beneficenza.