Il 27 ottobre chiude il ristorante di Carme Ruscalleda

06-07-2018

E' la chef donna con più stelle Michelin al mondo. Dopo 30 anni di attività e successi, il Sant Pau di Sant Pol de Mar in Costa Brava offrirà l'ultimo servizio

Il ristorante tre stelle Michelin Sant Pau, a Sant Pol de Mar in Catalogna, guidato dalla chef sessantaseienne Carme Ruscalleda e dal marito Toni Balam, chiuderà il 27 ottobre, 30 anni dopo la sua apertura.

In un comunicato diramato pochi minuti fa, i due chiariscono che la chiusura del Sant Pau non significa per loro ritirarsi dalle scene gastronomiche, ma che intendono «reinventare gli impegni professionali e dedicarsi ai contenuti e al futuro di un nuovo progetto chiamato "Cocina Estudio"», che sarà dedicato alla ricerca e alla formazione.

Inoltre viene raccontato come dal 2017 è aumentato il loro impegno professionale in collaborazione con l'hotel Mandarin Oriental di Barcellona, dove il figlio della coppia Raül Balam guida il ristorante Moments, due stelle Michelin: «Abbiamo grandi motivazioni, siamo felici di poter affrontare la complessa sfida di organizzare la proposta gastronomica d'eccellenza di un albergo così importante».

Le due stelle conquistate dal figlio Raül si aggiungono alle tre conquistate da Carme Ruscalleda con il Sant Pau (la prima arrivò nel 1991, la seconda nel 1996 e la terza nel 2006) e alle due arrivate per il Sant Pau aperto a Tokyo (che rimarrà in attività): nessuna donna nel mondo ha saputo fare meglio di lei. 

Un'ulteriore dimostrazione di come Carme Ruscalleda e Toni Balam non abbiano intenzione di recidere il cordone ombelicale che li lega alla ristorazione viene, si dice sempre nel comunicato, dalla collaborazione che li vedrà impegnati in un ristorante pop-up attivo per i mesi di luglio e agosto all'interno degli spazi dell'Odyssey di Joël Robuchon presso l'Hotel Metropole di Monte-Carlo.

In una parte dei locali del Sant Pau di Sant Pol de Mar, la figlia di Carme e Toni, Marcè Balam Ruscalleda, aprirà un proprio bar.