Un gazpacho ci salverà

Vincere la calura estiva con la ricetta di Ribaldone e Schingaro. E una salsa di pomodoro non comune

14-07-2015
Il gazpacho con pesche e gamberi della coppia Andr

Il gazpacho con pesche e gamberi della coppia Andrea Ribaldone-Domingo Schingaro, al timone del ristorante di Identità Expo S.Pellegrino. Il piatto, in carta al nostro padiglione, si giova del pomodoro di Tomato Farm, azienda alessandrina ieri protagonista di un'interessante lezione (foto Brambilla/Serrani)

E' stato un pomeriggio vivace e rinfrescante all’insegna del pomodoro ieri pomeriggio al primo piano di Identità Expo. Più precisamente, all'insegna delle solanacee trasformate da Tomato Farm, azienda del gruppo Gavio che nell’Alessandrino di Pozzolo Formigaro mette mano a vegetali «Che crescono nel 70% del totale attorno al nostro stabilimento: dalla raccolta alla trasformazione passa molto poco tempo», ha spiegato l’amministratore delegato Bruna Saviotti in apertura d’incontro. Un'azienda che segue con rispetto religioso ogni dettaglio della filiera - dalla raccolta al confezionamento - e che si rinnova di continuo in materia di tecnologia di trasformazione.

Accorgimenti che sono lo stigma di una realtà dinamica, capace di puntare i fari di tanta clientela nordeuropea non su Napoli ma sul Piemonte («Anche se dobbiamo dire che la Cirio, prima che partenopei, ha natali sabaudi», precisava Saviotti). Occorre insomma uscire dall’eterna dialettica artigianale/industriale, quella per cui i prodotti artigianali confezionati a mano dalla vecchina sono per forza eccezionali e le riproduzioni seriali dell’industria sono tutte figlie del volere di satana: esistono schifezze e grandi prodotti in ognuno dei due ambiti.

TOMATO COCKTAIL. Il cocktail a base di Tomato Farm di Fabiano Omodeo. Rinfrescante

TOMATO COCKTAIL. Il cocktail a base di Tomato Farm di Fabiano Omodeo. Rinfrescante

Con la salsa di pomodoro di Tomato Farm, per esempio, Andrea Ribaldone e Domingo Schingaro, gli executive chef di Identità Expo preparano dei piatti stra-richiesti in carta a Identità Expo S.Pellegrino. E anche uno come Pino Cuttaia, che di pomodori se ne intende assai dal basso della Sicilia di Licata, ha lodato le sue proprietà, facendone largo uso attorno al suo clamoroso Cannolo di melanzana con capelli d'angelo. Ieri Ribaldone&Schingaro hanno preparato un Risotto al pomodoro da sballo e un Gazpacho di quelli da sollevare a cucchiate dalla pentola. Provate a fare quest'ultima entrée a casa voi stessi, seguendo bene le indicazioni che Domingo ci ha trasmesso per filo e per segno.

Gazpacho di pesche e gamberi rossi

Ricetta per 4 persone

Ingredienti
150 g cetrioli pelati
150 g pesche di Volpedo pulita
50 olio extravergine d’oliva
20 g sale
150 g pomodoro pelato Tomato Farm
8 gamberi rossi Sicilia

Bruna Saviotti, amministratore delegato di Tomato Farm e Alessandro Gandolfo del gruppo Gavio

Bruna Saviotti, amministratore delegato di Tomato Farm e Alessandro Gandolfo del gruppo Gavio

Procedimento
Frullare tutti gli ingredienti in un frullatore fino a che la salsa non diventa liscia e omogenea. Conservare in frigo per mezzora. Con un pelapatate, realizzare delle strisce sottili di cetriolo, posizionarle su una pellicola trasparente, sistemare sopra dei gamberi rossi crudi e creare rotolini facendo pressione. Conservare in frigo per mezzora. Sistemare il gazpacho in fondo al piatto. Tagliare i rotolini per 3 centimetri di lunghezza. Posizionare al centro del piatto. Completare con un filo d'olio extravergine d'oliva e germogli di basilico.


Rubriche

Identità Expo

Attività, idee e protagonisti dello spazio di Identità Golose all'Esposizione Universale 2015


Olio Coppini