Qoco, un filo d'olio nel piatto e...

2-4 dicembre: Andria ritrova protagonista l'olio extravergine Coratina, insieme a 4 chef di Eataly

Burrata e rapini al vapore conditi con erbe, olio molto caldo e funghi crudi, il piatto con cui lo svedese Magnus Nilsson vinse il concorso di Qoco nel 2010. Quest'anno, il 3 dicembre alla Tenuta Cocevola di Andria niente gara ma preparazioni con tavolo tecnico che coinvolgono 4 cuochi di Eataly e Felice Sgarra del ristorante Umami

Burrata e rapini al vapore conditi con erbe, olio molto caldo e funghi crudi, il piatto con cui lo svedese Magnus Nilsson vinse il concorso di Qoco nel 2010. Quest'anno, il 3 dicembre alla Tenuta Cocevola di Andria niente gara ma preparazioni con tavolo tecnico che coinvolgono 4 cuochi di Eataly e Felice Sgarra del ristorante Umami

 

Qoco, un filo d’olio nel piatto…dell’Unità d’Italia è una rassegna che punta i riflettori su Andria e sull’olio extravergine d’oliva da cultivar Coratina. Giunta nel 2011 alla sua dodicesima edizione, dal 2010 si avvale del supporto di Identità Golose. Il format è di respiro sempre più internazionale: se l'edizione 2010 chiama 10 giovani chef europei a sfidarsi in un vero e proprio concorso di cucina e a essere giudicati da una giuria presieduta da Gualtiero Marchesi - che ha decretato la vittoria dello chef svedese Magnus Nilsson - nel 2011 la missione è quella di creare un intero menu a base di olio extravergine cultivar Coratina in onore dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Alex Pilas, Eataly New York

Alex Pilas, Eataly New York

La kermesse è promossa dall’amministrazione comunale di Andria – assessorato al Marketing Territoriale - ed è sostenuta dall’assessorato alle Risorse Agricole della Regione Puglia, della Camera di Commercio di Bari, della Lilt (Lega italiana lotta ai tumori), della Provincia di Barletta-Andria-Trani e dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio. Si avvale della partnership di Identità Golose e Paolo Marchi e del sostegno di Eataly e del suo patron Oscar Farinetti. Gli chef coinvolti nell'edizione 2011 sono proprio 4 chef delle diverse sedi di Eataly nel Mondo: Ugo Alciati da Torino, Enrico Panero da Genova, Alex Pilas da New York e Hidenau Ishii da Tokyo. Una compagine che diventa un quintetto con Felice Sgarra del ristorante Umami di Andria.

Il programma 2011 prevede un seminario tecnico scientifico sull’olio Coratina, fissato per venerdì 2 dicembre all’Oratorio Salesiano di Andria (a cura dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio). Sabato 3 dicembre, giornata dedicata alle realizzazioni culinarie degli chef protagonisti. In assaggio, piatti a un tavolo tecnico composto da giornalisti italiani e stranieri e presieduto da Paolo Marchi, il tutto a Tenuta Cocevola. Gli stessi piatti animano una cena di solidarietà a favore della LILT in programma sabato alle ore 21 sempre a Tenuta Cocevola.

La raccolta delle olive Cultivar Coratina

La raccolta delle olive Cultivar Coratina

Questo il menu, dal costo di 50 euro: Insalata di pesce crudo giapponese con tre aromi e spezie di Ishii, Calamarata con gamberi, ceci e bottarga di Alex Pilas, Baccalà Gadus Morhua su pinzimonio invernale, zimino di bietole e olio coratina di Enrico Panero, Stracotto con passata di patate e olio extravergine coratina di Ugo Alciati, Millefoglie all’extravergine con mousse di patate e ricotta su gelatina di mele cotogne e mandorle pralinate di Felice Sgarra. Per info e prenotazioni: +39.348.7276375 e 347.6273890.

I piatti realizzati faranno poi il giro del mondo, da Genova a New York, da Torino a Tokyo, grazie alla partnership con Eataly che prevede l’inserimento del piatto nel menu proposto nella sede a cui fa capo lo chef protagonista. Domenica 4 dicembre Andria ospita in Piazza Catuma l’unica tappa pugliese di Girolio d’Italia, un viaggio a tappe tra le eccellenze olivicole delle regioni italiane.

L’intero programma di Qoco 2011 è consultabile qui.

Qoco