IdentitÓ Expo

Pi¨ di cento giovani chef under 35 e il loro Percorso di gusto

02-08-2015

Oggi vi racconteremo un percorso di gusto quanto mai insolito perché non abbiamo chiesto a un solo personaggio di illustrarci la sua regione e le ricchezze che vi sono nascoste ma domandato, direttamente, ai giovani chef e sous-chef italiani under 35 di raccontarci la loro tradizione attraverso un piatto unico regionale. Il pretesto è l'edizione 2015 del concorso Premio Birra Moretti Grand Cru 2015, che quest’anno ha chiesto ai partecipanti di ideare, appunto, una propria interpretazione di un piatto unico ispirato al tema ‘La Cucina Regionale Italiana’.

Hanno risposto all’appello ben 125 giovani chef con 131 ricette inedite, che descrivono in altrettanti percorsi la nostra Italia attraverso uno sguardo che riprende il passato con occhi ben puntati al futuro.

Il panorama che si è così delineato è decisamente ricco e variegato e sono molto interessanti le interpretazioni dei piatti della tradizione realizzate da giovani chef, cresciuti nell’era della globalizzazione e che sbocciano ora, proprio nell’anno dell’esposizione universale.

Sono le regioni del Sud a farla da padrone rispetto al Nord. In particolare, è la Campania che, con il suo 20% di ricette inviate, si è raccontata con gli Gnocchi alla Sorrentina e i piatti della domenica (come il Ragù Napoletano o il Casatiello) e quelli tipici della cucina povera napoletana.

Nel Nord Italia, invece, è il Veneto la regione che ha ispirato maggiormente i giovani cuochi: con circa il 10% sul totale delle ricette arrivate, questa regione ha manifestato un forte attaccamento al proprio patrimonio culinario: sopa coada, fritti misti, polenta e seppie per citare alcuni piatti.

I tesori più grandi, non in termini numerici bensì allineando molti elementi di valore della cultura gastronomica del passato, arrivano da regioni che, nelle precedenti edizioni del concorso, hanno partecipato meno attivamente.

Un esempio emblematico è l’Abruzzo, nello specifico la provincia di Teramo, che si è raccontata con le Virtù, ossia un piatto di recupero, tipico del mese di maggio, ricco di ingredienti messi da parte durante l’inverno tra cui legumi e parti meno nobili del maiale: un piatto preparato nella vera ottica “zero sprechi”.
Le virtù teramane

Le virtù teramane


Come richiesto dal regolamento, i giovani concorrenti hanno utilizzato in ricettazione e proposto in abbinamento una delle 13 referenze della famiglia Birra Moretti: Birra Moretti Ricetta Originale, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti Grand Cru, Birra Moretti Zero, Birra Moretti Radler Limone, Birra Moretti Radler Chinotto, Birra Moretti Radler Gazzosa, Birra Moretti alla Siciliana, Birra Moretti alla Toscana, Birra Moretti alla Piemontese, Birra Moretti alla Friuliana.

Coerentemente con il tema del Premio, la scelta dei candidati alla vittoria è ricaduta sulle nuove nate ossia Birra Moretti Le Regionali. Profumi e ingredienti di Friuli, Piemonte, Sicilia e Toscana hanno ispirato maggiormente tutti gli chef mettendo in pratica vere e proprie sperimentazioni con nuovi accostamenti.

In particolare, Birra Moretti alla Siciliana, con i suoi profumi di fiori di zagara, è la referenza ad aver riscosso il maggior successo: più del 50% delle ricette la prevedono in abbinamento e/o ricettazione.

Sicuramente sarà interessante poter ascoltare dalla viva voce dei 10 finalisti, selezionati pochi giorni fa, le motivazioni che li hanno spinti alla scelta dei piatti unici regionali e quale tipo di lavoro hanno fatto nella loro rielaborazione utilizzando la birra. Sarà anche un’occasione per conoscerli grazie alle video-ricette che verranno preparate in questo mese e che, a partire dal 14 settembre, saranno visibili su un mini-sito ad hoc su www.identitagolose.it.

Sarete voi a giudicare la ricetta migliore: avrete un mese di tempo (fino al 14 ottobre) per registrarvi sul sito e votare la vostra ricetta preferita decretando il vincitore del premio speciale del pubblico. Come ogni anno, invece, il vincitore assoluto del Premio Birra Moretti Grand Cru sarà individuato dalla giuria d’eccellenza che si riunirà il 19 ottobre prossimo per una degustazione live dei piatti dei dieci finalisti.
Fritto misto alla piemontese

Fritto misto alla piemontese