Vito Mollica

crediti: Brambilla - Serrani

crediti: Brambilla - Serrani

Il Palagio dell'hotel Four Seasons

Borgo Pinti, 99
Firenze
+39.055.26261

 

LEGGI LA SCHEDA

Il mestiere di Vito Mollica affonda le radici nella notte dei tempi: era bambino quando ammirava la madre cucinare specialità lucane. Il cuoco è originario infatti di Avigliano, in provincia di Potenza. Vi è nato nel 1971 ma già 6 anni dopo i genitori si trasferiscono a Origgio, in provincia di Varese. Gli è rimasto però quel corredo di grandi prodotti, che il ragazzo traduce da subito in un motto importante e non scontato: «Che siano i salumi di cinta senese o le galline allevate a terra, occorre sempre conoscere l'uomo dietro al prodotto».

Veterano del Four Seasons, Mollica ha iniziato a lavorare per la prima volta in un’insegna del grande gruppo alberghiero, quella di Milano, nel 1996. Quattro anni e poi il trasferimento a Praga, in Repubblica Ceca nel 2000. Nel 2007, il ritorno in Italia nel 2007, a Firenze: «Trovai subito», ricorda oggi, «un paradiso di perfezione: l'arte, la storia e la cucina. È una città rilassata e cosmopolita e possiamo raggiungere facilmente sia il mare che le montagne». A novembre del 2011 il ristorante Il Palagio del Four Seasons Hotel di Firenze ottiene la prima stella Michelin e due anni più tardi il titolo di piatto dell’anno per la Guida dell’Espresso: Cavatelli di cacio e pepe con gamberi rossi e calamaretti. Nel 2014 è chef dell’anno per la guida ai ristoranti de Il Sole 24 Ore.

Dal maggio 2015 assume il doppio incarico: alla guida del ristorante di Firenze associa anche quella del ristorante del Four Seasons di Milano. Un ritorno nella metropoli milanese per il quale si è detto «Molto felice, soprattutto di essere l’erede di un grande maestro come Sergio Mei», il cuoco che l'ha preceduto per decenni. Mollica visita di continuo i mercati regionali e le campagne toscane, alla ricerca di produttori indipendenti che condividano la sua passione per la qualità. «La cura nella produzione degli ingredienti», spiega nel suo profilo ufficiale, si riflette nel gusto. Più semplice è la preparazione degli ingredienti, più facile sarà amplificarne il sapore». Per entrare nei dettagli delle sue idee, giova leggere “Vito Mollica. Invito a cena al Palagio di Firenze”, scritto con Aldo Fiordelli (Trenta editore).

Identità Golose

IdentitÓ Golose

L'articolo è a cura di Identità Golose, la testata che organizza il congresso internazionale di alta cucina, edita il sito www.identitagolose.it e la Guida Identità Golose online, oltre a firmare numerosi altri eventi in Italia e all'estero


Clicca qui per leggere la ricetta
crediti: Brambilla - Serrani

Mimosa 2016
Ricetta presentata a
IdentitÓ Milano 2016