Passeggiando a Hawke’s Bay

Nell'estate neozelandese brilla una regione che si distingue per gli ottimi vini e il buon cibo

16-02-2014
Uno scorcio di Hawke's Bay, una delle 16 regioni d

Uno scorcio di Hawke's Bay, una delle 16 regioni della Nuova Zelanda, costa orientale dell'Isola del Nord. Il vino spadroneggia nell'area e anche i ristoranti non scherzano. Il capoluogo è la città di Napier (foto www.capesouth.co.nz)

Hawke’s Bay ci piace, e parecchio. É caldo da queste parti, molto caldo, soprattutto in questo periodo, quando l’estate è nel pieno e si comincia a parlare di uscite del fine settimana con più frequenza. Quello del vino è uno dei settori trainanti da queste parti, con quasi una settantina di produttori per una superficie vitata di circa 4.700 ettari (fonte Hawke’s Bay Winegrowers Inc.). Ci sarebbe da parlare parecchio dei produttori di questa zona e dei loro vini, e lo faremo, ma la cosa piú stuzzicante sono i fantastici ristoranti e bistro che molte tenute hanno allestito e che contribuiscono al prestigio di questa zona; in generale, comunque, quasi tutte le aziende offrono la possibilitá di stuzzicare qualcosa, siano solo taglieri di formaggio e salumi, seduti su panche artigianali o in mezzo alle vigne.

Craggy Range

Craggy Range

Molti sono gli chef che si sono trasferiti qui dalle città in cui lavoravano con successo per aprire un locale loro o cooptati dalle cantine. Come sempre l’agnello la fa da padrone ed è immancabile nei menu, ma la scelta di stili e ingredienti è impressionante in un’area cosí ristretta (circa 50x30 chilometri). Le carte dei vini sono ovviamente improntate ai vini prodotti in azienda, che vengono abbinati ai piatti: la gamma è comunque spesso ampia, non si corre il rischio di monotonia.

Tra quelli che si sente piú spesso nominare c’é il bistro di Craggy Range, una delle wineries più rinomate anche all’estero; la struttura della cantina è estremamente moderna e mastodontica se confrontata alla media della zona, e il suo ristorante non è da meno quanto a vistosità ed eleganza. La cucina è di forte impronta francese classica ma non si esce appesantiti, assolutamente da provare la zuppa di pesce alla provenzale.

Mission Estate

Mission Estate

Black Barn, non troppo distante dalla precedente e sempre nella zona di Havelock North, offre un bistro delizioso e con una terrazza con gazebo unica. I piatti hanno un aspetto più semplice rispetto al precedente ma sono estremamente curati e fantasiosi, più coraggiosi e sono in perfetta sintonia con l’ambiente. Spostandosi verso Taradale, immancabile è Mission Estate: una delle prime aziende che si sono stabilite qui, architettura da vera missione e gusto estetico retrò, il suo ristorante ha una vista unica su Hawke’s bay; piatti semplici e senza pretese, fantastico il tea smoked venison carpaccio.

Clearview si trova di fronte all’oceano, a Te Awanga, e si è fatta un nome per i vini estremamente convincenti e improntati a pratiche sostenibili. Il suo ristorante, immerso nel giardino, è totalmente rustico, il cibo servito è una interpretazione europea in chiave neozelandese, ma è gustoso e il servizio ben organizzato. All’opposto per quanto riguarda l’idea di offerta ristorativa, e a due passi dal precedente, è Elephant Hill, stylish e moderno, con menu molto metropolitano, sostanziale e misurato ma assolutamente imperdibile. Dessert impeccabili.


Rubriche

Piatti all'ingiù

Cose buone dalla Nuova Zelanda e dall'Australia, raccontate da Cinzia Piatti