21-06-2016

Alessandro Salvatore Rapisarda vince la finale italiana del S.Pellegrino Young Chef 2016

A ottobre lo chef del Ristorante Café Opera di Recanati rappresenterà l’Italia alla Gran Finale

Alessandro Salvatore Rapisarda con la giuria della

Alessandro Salvatore Rapisarda con la giuria della finale italiana di S.Pellegrino Young Chef 2016, da sinistra: Alessandro Negrini, Cristina Bowerman, Fabio Pisani, Mauro Uliassi, Andrea Berton e Davide Oldani

Galleria fotografica
La giuria durante la finale
Galleria fotografica






La giuria durante la finale

Alessandro Salvatore Rapisarda al lavoro

Galleria fotografica






La giuria durante la finale








Alessandro Salvatore Rapisarda al lavoro

La proclamazione del vincitore con tutti i finalisti

Galleria fotografica






La giuria durante la finale








Alessandro Salvatore Rapisarda al lavoro









La proclamazione del vincitore con tutti i finalisti
La proclamazione del vincitore
Galleria fotografica






La giuria durante la finale








Alessandro Salvatore Rapisarda al lavoro









La proclamazione del vincitore con tutti i finalisti









La proclamazione del vincitore
Galleria fotografica






La giuria durante la finale








Alessandro Salvatore Rapisarda al lavoro









La proclamazione del vincitore con tutti i finalisti









La proclamazione del vincitore

Rapisarda con il mentore italiano Davide Oldani

Dopo un’emozionante sfida tra 10 talentuosi giovani chef Italiani, Alessandro Salvatore Rapisarda, chef del Ristorante Café Opera a Recanati è stato decretato finalista Italiano del S.Pellegrino Young Chef e passa quindi alla Gran Finale mondiale che si terrà il 13 ottobre 2016 a Milano. Con il suo Risotto alla “Marinara”, Alessandro Salvatore Rapisarda è arrivato primo rispetto agli altri nove partecipanti; i semifinalisti – selezionati dall’ALMA, il più autorevole centro di formazione di cucina italiana al mondo — hanno gareggiato per partecipare alle finali mondiali e vincere il prestigioso titolo di S.Pellegrino Young Chef 2016.

La sfida Italiana si è tenuta oggi, lunedì 20 giugno, presso l’Hotel Magna Pars Suites di Milano dove una giuria composta da Andrea Berton (Berton, Milano), Cristina Bowerman (Glass Hostaria, Roma),  Alessandro Negrini e Fabio Pisani (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano), Davide Oldani (D’O, Cornaredo) e Mauro Uliassi (Uliassi, Senigallia) ha assaggiato il piatto d’autore preparato da ciascuno dei semifinalisti e ha decretato la vittoria di Alessandro Salvatore Rapisarda, sulla base delle cinque “Regole d’Oro”: ingredienti, capacità, genio, bellezza e messaggio.

  1. INGREDIENTI: Selezionare con successo il meglio che il mercato ha da offrire in termini di qualità, freschezza e unicità.
  2. CAPACITA’: Lavorare e trasformare con successo le materie prime in un piatto che rispecchi la loro essenza originaria.
  3. GENIO: Esplorare con successo prospettive/visioni inedite, ispiranti, inaspettate, collegate con la cultura dell’alta ristorazione con uno stile contemporaneo e personale, mantenendo un perfetto equilibrio tra sapori e forme.
  4. BELLEZZA: La presentazione del piatto è parte del suo fascino.
  5. MESSAGGIO: Comunicare con successo un messaggio chiaro attraverso il proprio lavoro e una visione personale.

“È un’emozione grandissima. Sono felice di rappresentare l’Italia alla finale,” ha detto lo chef Alessandro Salvatore Rapisarda. “Sarà una grande opportunità per conoscere e gareggiare contro giovani chef da tutto il mondo” 

Il Risotto alla “Marinara” del vincitore

Il Risotto alla “Marinara” del vincitore

S.Pellegrino Young Chef è un’iniziativa unica creata da S.Pellegrino, l’acqua frizzante nota in tutto il mondo, per confermare il suo impegno a sostenere i talenti emergenti e promuovere la cultura del fine dining.

Da gennaio a marzo 2016, migliaia di giovani chef hanno sottoposto la propria candidatura attraverso il sito www.finedininglovers.com per avere la possibilità di accedere alle fasi successive di questo progetto che mira a trovare il miglior giovane chef del mondo.

S.Pellegrino Young Chef 2016 entra ora nell’ultima fase: a oguno dei 20 Young Chef vincitori delle competizioni locali viene assegnato uno “chef mentore”, un componente della giuria locale che fornirà al candidato suggerimenti che lo aiutino a perfezionare ulteriormente il piatto e a prepararsi per la finale.

Il mentore italiano sarà Davide Oldani del Ristorante D’O di Cornaredo, che nella sua brillante carriera è stato a sua volta allievo di tre super-maestri: Albert Roux, Gualtiero Marchesi e Alain Ducasse. 

Il 13 ottobre 2016, i 20 Young Chef finalisti si ritroveranno insieme a Milano. La fase finale consisterà in una competizione culinaria di 2 giorni al cospetto della giuria internazionale composta dai Sette Saggi —formata da David Higgs (Rust en Vrede - Stellenbosch, Sudafrica), Carlo Cracco (Cracco - Milano) Gaggan Anand (Gaggan - Bangkok, Tailandia), Elena Arzak (Arzak - San Sebastian, Spagna), Mauro Colagreco (Mirazur - Mentone, Francia), Wylie Dufresne (Wd50 - New York, Stati Uniti) e Roberta Sudbrack (Sudbrack - Rio de Janeiro, Brasile)— a cui spetterà il compito di scegliere il S.Pellegrino Young Chef 2016, sempre seguendo le 5 Regole d’Oro.

 


Acqua Panna - S.Pellegrino

Acqua Panna - S.Pellegrino

Identità Golose

a cura di

Identità Golose

A cura della redazione di Identità Golose