07-06-2024

Pasticceria e mixology: nuove alleanze in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano

Lanciata la nuova drinklist di Marchesi 1824 in collaborazione con Camparino in Galleria: marmellate e violette di zucchero entrano nei cocktail

La primavera non è solo foriera di cambiamenti nei menu dei ristoranti o nelle meravigliose vetrine delle pasticcerie, ma anche il momento dell’aperitivo si tinge di profumi, colori e sapori che richiamano la bella stagione e il desiderio di novità.

Nell’anno del suo bicentenario di fondazione, la storica pasticceria meneghina Marchesi 1824 inaugura una nuova drinklist con una felice collaborazione con il “tempio” dell’aperitivo milanese ovvero il Camparino in Galleria. L’iconica insegna milanese, riconosciuta in tutto il mondo e affidata alla direzione di Tommaso Cecca – Global Head of Camparino Licesing and Mixology – conferma il suo ruolo all’interno del panorama milanese ma anche internazionale. Forte di una storia che vede la sua nascita nel 1915, Camparino in Galleria è diventato un brand riconosciuto in tutto il mondo e che, negli ultimi due mesi, lo ha visto in prima linea come protagonista al Roma Bar Show in una special guest al Jerry Thomas Bar Room con una selezione dei drink più iconici, ma anche padrone di casa perfetto per due locali internazionali di spicco ovvero il Bamboo Bar di Bangkok e il Library Bar di Toronto.

Quale occasione perfetta quindi, per non attivare una collaborazione sotto le arcate della Galleria Vittorio Emanuele II tra due realtà fortemente radicate nella storia della città? Lo stesso Marchesi 1824 è infatti, simbolo dello stile milanese sin dal suo primo punto vendita in Via Santa Maria alla Porta, riportato poi qui in Galleria e in via Montenapoleone. Oggi, la pasticceria vuole incontrare il mondo dell’aperitivo d’eccellenza proponendo non solo i classici, ma anche una piccola carta di signature che vedono l’incontro tra miscelazione e pasticceria, quest’ultima affidata al Pastry Art Director Diego Crosara.

A fare da ponte tra i due mondi, tre ingredienti principe della pasticceria di Marchesi ovvero le marmellate e le violette di zucchero. Le marmellate sono protagoniste in Grand Peach 75 in particolare è stata selezionata quella alle pesche, che accompagna Grand Marnier, Champagne e succo di lime per un twist sul French 75 delicato e con il giusto grado di dolcezza; mentre la marmellata di fragole è protagonista di Strawberry con Vodka, Grand Marnier, succo di lime e Ancho Reyes Verde.

Il Campari shakerato, uno tra i drink più venduti in Galleria, viene rivisitato con l’impalpabile dolcezza della polvere e del liquore alla violetta, forse il drink che rappresenta al meglio la delicatezza della pasticceria di Crosara.

Per gli amanti di drink più strutturati e profondi consigliamo il Negroni Raspberry con Campari e lampone, Gin Bulldog, Vermouth del Professione Bianco, olio essenziale rosa damascena Santa Bianca, gelatine al lampone in cui lo stile di miscelazione del Camparino in Galleria emerge in modo netto, trovando in fiori e frutti di bosco il binomio perfetto per raccontare la sua idea di arte del dolce. 


News

a cura di

Claudia Orlandi

sceneggiatrice e scrittrice, dalla scuola di giornalismo enogastronomico del Gambero Rosso è approdata a Identità Golose