Cambia abito, cambia il mondo

Una foto scattata per caso al termine di Identità New York ne riassume il messaggio anti-spreco

15-10-2016

Si chiude la settima edizione di Identità New York. Stanche chiudiamo sacche fotografiche e valigie. Con nostalgia ripensiamo ai giorni trascorsi insieme faticando ma con il sorriso che appartiene a un gruppo unito e affiatato come il nostro!

Scendiamo per un ultimo saluto nostalgico alla città. Proprio lì dove abbiamo parlato per giorni, attraverso chef di calibro internazionale, di “spreco”, di senso di responsabilità verso la comunità e il pianeta, voltando lo sguardo notiamo quel buffo signore vestito di spazzatura con un computer e la scritta: "We must be the change you wish to see in the world." - Mahatma Gandhi (Dobbiamo essere il cambiamento che volete vedere nel mondo")

Che incredibile coincidenza, sembra fatto proprio per noi. New York ci saluta portando nelle vie di Manhattan il nostro messaggio.

Confesso: abbiamo preso il cellulare - la macchina fotografica stava riposando dopo aver fatto il suo dovere - e abbiamo scattato la foto quasi per gioco, come un gioco sembra l’uomo vestito di spazzatura. Ma se ci soffermiamo a meditare, non è un gioco! Se non prendiamo coscienza della situazione, presto diventeremo noi spazzatura. Per quello che mangiamo senza consapevolezza, per quello che sprechiamo per superficialità e comodità.

Ci accorgiamo che al nostro fianco altri scattano foto. Forse quello strano signore farà il giro del mondo, come accade spesso tramite i canali social. E forse, grazie a un gioco, qualcuno si soffermerà a pensare che dobbiamo fare qualcosa per fermare tutto ciò, che non basta sorridere o prendere spunto per il prossimo vestito di carnevale.


Rubriche

Cibografando

Percorsi emozionali nel pianeta cibo, con inedite visioni di dettagli imperdibili