Alessandro Perricone

Relae

Jaegersborggade, 41
2200 - Copenhagen
restaurant-relae.dk 
info@restaurant-relae.dk

Alessandro Perricone è nato a New York da Antonio e Gabriella, due palermitani emigrati negli USA negli anni ‘80. All’etá di un anno rientra in Italia con l’intera famiglia, a Milano, dove cresce e vi rimane fino agli anni dell’Universitá. Nel 2006 si trasferisce in Piemonte, nelle Langhe, per frequentare l’Universitá di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

La collocazione geografica dell’Università, gli incontri fatti in questi anni di studi, la vicinanza al vino e la sua accessibilità, influiscono su di lui, tanto da scolpirlo e modellarlo e farlo diventare la persona che è oggi. Fin dai primi momenti all’Universitá si accorge del potere che il vino, nel suo concetto piú esteso, ha su di lui stimolando la sua curiositá e rendendolo felice, dandogli la possibilitá di conoscere, ricercare e viaggiare.

Durante gli studi si avvicina alla redazione di Slow Wine con la quale collabora durante il suo percorso di studi. La sua vita di quegli anni si alterna tra l’Universitá, le visite in cantina, le vigne e i suoi appunti di degustazione.

Assieme a quella per il vino cresce in lui la passione per i ristoranti. Ad affascinarlo sono i ritmi della vita del ristoratore, i segreti dell’uomo di sala, il rispetto per i ruoli, cosí forti e chiari, e le responsabilitá di ciascun membro della brigata.

Una volta conseguita la laurea, dopo aver maturato esperienze di lavoro sia in sala che in vigna e cantina, si unisce alla squadra del ristorante Guido da Costigliole, a Santo Stefano Belbo, capitanata dal maestro Andrea Alciati. Nel 2012 Alciati gli lascia la gestione della immensa cantina del Relais San Maurizio, e gli insegna tanto di quelli che sono i segreti, i codici e le forme della vita di sala.

L’esperienza al ristorante Guido da Costigliole è stata fondamentale nella carriera di Alessandro in quanto ne ha fissato le fondamenta ed lo ha aiutato impostare il concetto di professionalità’ sul lavoro.

Nel 2013, spinto dall’obbligo morale di partire e lasciare l’Italia per un’esperienza all’estero, Alessandro approda in Danimarca. Con la voglia di dimostrare a se stesso ed al mondo intero la sua bravura ed energia arriva al relæ di Christian F. Puglisi, ed è amore a prima vista. Ad attenderlo al relæ Alessandro trova una squadra giovane e talentuosa, un ambiente elegante e informale, ed uno chef dai principi sani, sconfinatamente determinato e con una gestione meritocratica dei suoi due ristoranti (relæ appunto e Manfreds).

In poco tempo viene promosso da assistant sommelier a head sommelier, per poi diventare il direttore del relæ in meno di un anno. Nel 2014 assieme a Christian F. Puglisi lavora all’apertura di Bæst e Mirabelle,
esperienza fondamentale nella carriera di un ristoratore, vivendone la parte di sviluppo e progettazione.

Con Christian ha condiviso i dubbi e le paure sulla riuscita dei due progetti, e assieme a lui ha gioito per i tanti successi che questi hanno ottenuto. Nel 2016 Fine Dining Lovers lo elegge come uno dei 30 talenti under 30 nel mondo del cibo e ristorazione.

Con relæ Alessandro ottiene tanti successi, dalle nomine all’interno di The World’s 50 Bests Restaurants, ad una posizione tra i Somm of the World nel 2017. Dal 2015 è partner della Relæ Community, che comprende i ristoranti relæ, Manfreds, Bæst e Mirabelle, una compagnia, Vinikultur, che si occupa di importazione e distribuzione di vino, la fattoria Farm of Ideas ed il loro ultimo progetto Rudo, il primo vermouth bar di Copenhagen.

Ha partecipato a

Identità Milano


Identità Golose

Identità Golose

L'articolo è a cura di Identità Golose, la testata che organizza il congresso internazionale di alta cucina, edita il sito www.identitagolose.it e la Guida Identità Golose online, oltre a firmare numerosi altri eventi in Italia e all'estero