Acqua Panna S.Pellegrino Ceretto The Fork

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Tradizione/Innovazione
Stati Uniti

Benu

È ufficiale: nella Bay Area di San Francisco, New York a parte, esiste ormai la più forte concentrazione di prestigiosi (e costosi) ristoranti in tutti gli USA. Non fa eccezione il tristellato (e nei primi 30 dei World’s 50 Best Restaurant) Benu, sorto nel 2010 ma già diventato un’imprescindibile istituzione cittadina. Non si pensi però al solito 3 stelle ingessato e formale: qui, molto democraticamente, si può cenare tranquillamente in jeans e maglietta, come pure portarsi da casa la bottiglia di vino preferita, pagando però 80 $ per l’apertura della stessa.

Molto democratici anche la sala, elegante senza sfarzi, e il servizio affabile ma non altezzoso. Idem le sensazioni gustative, eccitanti e sorprendenti per chiunque, gourmet o meno. Già, perché qui l’ottimo chef coreanamericano Corey Lee (ex French Laundry, Per Se, Lespinasse) vi saprà ammaliare con la sua elegante, elaborata e creativa fusion orientaloccidentale, orientalamericana e francaliforniana.

Difficile scegliere, nel suo fantasmagorico menu degustazione da una ventina di portate, il piatto più abbagliante. Se lo giocano alla pari la curiosa Medusa “viva” in brodo di carne, la gustosa Ostrica (ripiena di colorate verdure) con pancetta e kimchi, il vulcanico Calamaro sale e pepe (con nero di seppia, coriandolo, peperoncino e aceto di Champagne).

Chef

Corey Lee con Seunghyun Cho

Sous-chef

Nicolas Farias, Yureum Lee e Sebastian Wong

Ai dolci

Erica Abe

In sala

Sinead Quach

In cantina

Yoon Ha

Contatti

+14156854860

22 Hawthorne Street
94105 - San Francisco
sito web
contact@benusf.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
il primo martedì del mese; martedì-sabato a pranzo
Ferie
31 dicembre-16 gennaio
Carte di credito
No Diners Club
Prezzo medio vino escluso
375 dollari
Menu degustazione
375 (14 portate) dollari

Lo chef consiglia
San Ho Won, 2170 Bryant St., San Francisco: il miglior BBQ coreano in città

+14158684479

Perché fermarsi
per la superba e armoniosa fusion Orientoccidentale della cucina, arricchita da tocchi francesi e californiani
Paolo Scarpellini
Paolo Scarpellini

curioso e instancabile cittadino del mondo, come critico/giornalista prima di musica e poi di enogastronomia (La Stampa, Panorama, L'Espresso, Guida ai Ristoranti L'Espresso). Si diverte ad abbinare il giusto sound a vini, piatti, cantine, spa, hotel, nei panni di music designer e sound sommelier (psmusicdesign.it).