Acqua Panna S.Pellegrino 2021 Veuve Clicquot 2021 Birra del Borgo 2022 The Fork 2022

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Veuve Cliquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Ecuador

Muyu

Che storia splendida quella di Muyu a San Cristobal, Galapagos, Ecuador, il celebre arcipelago delle esplorazioni più interessanti di Charles Darwin, dal 1979 Patrimonio Naturale per l’Umanità dall’Unesco. Su quest’isola, 9mila persone condividono lo spazio con una fauna selvatica unica: iguane marine, tartarughe terrestri e giganti, sule piediazzurri e creature marine che puoi vedere solo qui.

Un progetto nato nel giugno 2017 capace di supportare 200 famiglie di contadini, pescatori, artigiani e fornitori, che hanno in questa scuola/ristorante l’unica fonte di guadagno. Muyu (“seme” in dialetto locale) propone menu basati su prodotti locali di stagione e promuove una filosofia tesa allo spreco-zero, alle emissioni di carbonio e sviluppa un approccio triplice: farm, forest and sea to table.

Il cuoco Marco Salamanca mette mano a modo alle erbe spontanee locali per realizzare cocktail e piatti di bella finezza. Nel suo armamentario, prevalentemente ittico, possono comparire pesci scorpione, polpi, ceviche (siamo pur sempre in America Latina) e pane e lievitati costruiti col lievito madre. Ma è tutto il contesto a far sognare, a partire dall’idilliaca spiaggia di Puerto Baquerizo Moreno. Doveste scegliere di mangiare all’aperto, potreste toccarvi di pasteggiare accanto a leoni marini in libertà.

Chef

Marco Salamanca

Contatti

+593978726293

calle Charles Darwin, 3
200150 - San Cristóbal (Galápagos) - Puerto Baquerizo Moreno
sito web
reservas@muyugalapagos.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
mai
Ferie
variabili
Prezzo medio vino escluso
40 dollari USA

Tavoli all'aperto

Perché fermarsi
per assistere a uno dei progetti di ristorazione e sostenibilità in un contesto unico al mondo
Identità Golose
Identità Golose

articolo a cura degli autori Identità Golose