Acqua Panna S.Pellegrino 2021 Veuve Clicquot 2021 Birra del Borgo 2021 The Fork 2021

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Veuve Cliquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Emilia Romagna

Agostino Iacobucci

Agostino Iacobucci, nativo di Castellammare, formazione di scuola partenopea, è da anni radicato a Bologna, «ormai la mia seconda casa. Qui la gente passa per essere tradizionalista in cucina; può essere, sulle prime. Ma se ti conosce diventa curiosa di scoprire cose nuove».

Lui gliele impiatta. Si dice spesso che lo stile di Iacobucci fonda insieme Emilia e Campania, quindi ricordi d'infanzia e territorio circostante. È vero, ma non in modo così didascalico. C'è piuttosto un incontro fertile che subisce anche l'influenza transalpina - figlia delle esperienze accumulate Oltralpe - e che dà come esiti una cucina in sostanza personale, con un'identità definita dal suo essere contaminata, tecnica, sempre ben equilibrata tra i vari elementi, focalizzata certo sul gusto ma capace di tocchi creativi ponderati.

Poi c'è l'orto, lo chef ne è entusiasta. Novità del 2020, si trova all'interno del grande parco di Villa Zarri, la magnifica dimora a pochi km da Bologna nella cui ala nobile Iacobucci si è insediato.

Tra gli assaggi che abbiamo più apprezzato: un piatto quasi-vegetale, Sedano rapa, mandorle, uova di trota e olio al rosmarino, delizioso ed elegante; poi le paste ripiene fresche, su tutte i Tortelli con caprino, brodo di topinambur, erba cipollina e liquirizia, raffinatissimi quanto invece Napoli incontra l’Emilia (tortello con ragu napoletano, schiuma di Parmigiano, coulis di prezzemolo e basilico) è una bomba di gusto; infine le carni, dalla cottura millimetrica, una citazione a Quaglia, quinoa risottata al parmigiano reggiano, prugne Sangue di Drago, ibisco e daikon.

Chef

Agostino Iacobucci

Sous-chef

Agostino Schettino

Ai dolci

Edoardo Valzania

In sala

Ambrogio Luiselli

In cantina

Consuelo Giovetti

Contatti

+390514599887

via Ronco, 1
40013 - Castel Maggiore (Bologna)
agostinoiacobucci.it
ristorante@agostinoiacobucci.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica
Ferie
variabili ad agosto e gennaio
Menu degustazione
69 e 89 euro
Antipasto
24 euro
Primo
25 euro
Secondo
30 euro
Dolce
14 euro
Coperto
4 euro

Lo chef consiglia
Osteria La Vetta, Via Castel de Britti, 41, San Lazzaro di Savena (Bologna)

+390516288563

Perché fermarsi
per Sedano rapa, mandorle, uova di trota e olio al rosmarino. Elegante, suadente, delizioso, delicato, esatto
Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it