Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Sikelaia

La prima curiosità all’atto della prenotazione è risalire all’etimo di quel nome così particolare. Sikélaia reca un’assonanza col nome “Sicilia” ma è pure l’unione di “fico” (siké) e “ulivo” (elaia), due grandi simboli dell’isola. L’ultimo improbabile dubbio sul timbro di cucina svanisce consultando la carta: Gamberi di Mazara del Vallo su sabbia di pinoli e fichi d’India di San Cono; Spaghetti con cime di rapa, macco di fave, triglia e riduzione di Nerello Mascalese; Cernia di Lampedusa avvolta in foglia di tenerume, datterino giallo arrosto e polvere di liquirizia.

Da Sikelaia tutto - dagli oggetti d’arredo ai colori, dai piatti alla maggior parte delle referenze in carta vini - parla di Trinacria. Sono le radici di Federico La Paglia, un timido ragazzo cui demmo già la palma di “Sorpresa dell’anno” (edizione della guida 2018) per la capacità di non arrendersi ai magnifici ingredienti della sua terra. Lui combatte, si ostina a non replicare le logiche di mamme e nonne per cui “La natura in Sicilia è generosa, e non bisogna rovinarla”, un ritratto fedele nella prima metà ma frustrante nella seconda: da quando in qua la tecnica “rovina” l’esistente? Perché porre limiti al pensiero del cuoco? Si tratta semplicemente di farsi delle domande sull’utilizzo tradizionale di un ingrediente e capire se ha senso variare oppure no.

La Paglia lo fa di continuo, con disposizioni anche molto giocose – vedi i gamberi crudi, innestati a sorpresa nel cuore di un pomodoro. Noi lo amiamo per la capacità di esercitare il dubbio, premessa di ogni cucina che intende superare se stessa.

Chef

Federico La Paglia

Ai dolci

Fabio Cofrancesco

In sala

Antonio Casillo

In cantina

Antonio Casillo

Contatti

+39 02 29014556

via Marco Polo, 10
20124 - Milano
ristorantesikelaia.it
info@ristorantesikelaia.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
variabili ad agosto e 1-5 gennaio
Menu degustazione
80 euro
Antipasto
20 euro
Primo
20 euro
Secondo
25 euro
Dolce
10 euro

Lo chef consiglia
Tre Cristi, via Galileo Galilei 5, Milano, trecristimilano.com: cucina mediterranea e bravo giovane chef

+ 39.02.29062923

Perché fermarsi
perché Federico La Paglia cerca di traghettare la cucina siciliana oltre ogni rispettosissimo stereotipo
Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diverse scuole e università. twitter @gabrielezanatt instagram @gabrielezanatt