Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Felix Lo Basso

Felice Lo Basso ha attraversato mari e monti, messo radici in città e ora ha uno spazio suo, in cui ha trasferito la stella che aveva in Val Gardena. E che spazio: il privilegio di mettere il cliente ad ammirare il Duomo non sarà un esclusiva, ma vale il prezzo del biglietto.

Nell'arredamento e nella mise en place c'è un continuo ricordo al marmo e ai colori della terza cattedrale cattolica al mondo. Anche dividere lo stesso edificio con uno degli hotel più esclusivi di Milano dà al ristorante una rinomanza internazionale che oggi in città ha un valore aggiunto. Il suo slogan potrebbe essere "Dalla Puglia con furore" perchè, nonostante tanto girovagare, lo chef non ha mai dimenticato le sue origini.

E' così che troviamo il menu Un viaggio in Puglia: il cuoco incede con mano sicura e creatività, propone rivisitando piatti caposaldo come Riso patate e cozze, Tagliolini cime di rapa, cicale di mare e bottarga Pprimosale, l'agnello, la Panna cotta alle mandorle con il gelato all'olio di oliva. C'è più fantasia nel Risotto curcuma, zucca, sgombro e citronella. Mentre ricordano ancora la Puglia i Tortelli di grano arso in farcia di braciole di cavallo e spuma al pecorino.  Cantina coerente con la cucina e con la posizione. 

Chef

Felix Lo Basso

Sous-chef

Nino Ferreri

Ai dolci

Domenico Perragine

In sala

Gianluca Lorusso

In cantina

Luca Giuliano Salvigni

Contatti

+39 02 49528914

PORTAMI LÌ
Chiusura
sabato a pranzo, l'intera domenica e lunedì a pranzo
Ferie
10 giorni variabili a gennaio e 15 ad agosto
Carte di credito
no Diners
Menu degustazione
140, 170 e 190 euro
Antipasto
42 euro
Primo
40 euro
Secondo
50 euro
Dolce
28 euro
Coperto
5 euro

Lo chef consiglia
Mimi gourmet, piazzale Basamenti 3, Milano: i migliori panzerotti pugliesi di Milano e non solo

+39.333.2455629

Perché fermarsi
per assaporare un cucina pugliese di grande impatto, con vista sul milanesissimo Duomo
Stefano Vegliani
Stefano Vegliani

dopo 29 anni, ha lasciato la redazione sportiva di Mediaset e si gode la pensione tra una maratona e l'altra. Ma quella invernale di Pyeonhcang 2018 è stata la sua sedicesima Olimpiade, questa volta sotto la bandiera di Eurosport. Ha un'antica passione per il cibo: è "assaggiatore" di Identità Milano dalla prima edizione