Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Piemonte

Combal.zero

Basta chiacchiere, basta gossip, basta pettegolezzi: volete sapere come sta Scabin? Come cucina nell’anno del signore 2018? Se è ancora una tigre? Se è ancora un geniaccio? Cosa sta facendo? Prenotate, salite in cima al Castello di Rivoli, perbacco, sedetevi, mangiate, tirate tardi e lo scoprirete. Noi l’abbiamo fatto per voi e la prima risposta è che Scabin è qui. E sarà sempre più qui, promette.

L’ha detto prima di Gaggan: “Torno nella mia cucina, in fronte ai clienti, preparo in diretta, con fuoco, forno, ghiaccio e basta ca**ate”. Proprio lui, che è stato il più tecnico e il più tecnologico di tutti. E anche tra i più mediatici. Dunque il suo nuovo menu è più un’idea che una serie di piatti: si chiama Viaggio verso atavica 2018 e per “atavica” intende proprio quello che sembra, fiamme, mani, spiedi, gesti. Basta preparazione-rigenerazione, tutto live. Se potesse, tirerebbe giù il muro tra cucina e sala per offrire a tutti la sua fisicità (ma è in un castello del IX secolo).

Come va il “viaggio”? Due tappe sono paura: il Chitarrino con foie gras d’anatra, ostrica e cocco è destinato a rimanere in carta per sempre (come la Fassona al camino, che sta ancora lì), lo stesso la “zuppa di pesce” Pechino-Parigi, che cambia sapore a seconda della salsa e degli abbinamenti che le vengono affiancati. Si finisce con un malaga mantecato sul momento e una torta di mele: cose vecchissime, dunque nuovissime. L’uomo tigre ruggisce ancora.

 Brambilla-Serrani

Chef

Davide Scabin

Vai alla scheda dello chef

Ai dolci

Davide Scabin

In sala

Milena Pozzi

Contatti

+39 011 9565225

piazza Mafalda di Savoia
10098 - Rivoli (Torino)
combal.org
combal.zero@combal.org
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
1-31 agosto, variabili a dicembre e gennaio
Prezzo medio vino escluso
180 euro
Menu degustazione
180 euro
Antipasto
35 euro
Primo
40 euro
Secondo
50 euro
Dolce
25 euro

Perché fermarsi
perché Scabin è sempre Scabin
Luca Iaccarino
Luca Iaccarino

viaggia e mangia per Lonely Planet, Osterie d'Italia, Repubblica e la collana I Cento (EDT). Ha scritto "Dire Fare Mangiare" (ADD), "Cibo di strada" (Mondadori), "Il Gusto delle piccole cose" (Mondadori Electa) e ama andar per trattorie e ristoranti di blasone portandosi dietro una moglie riottosa e due figli onnivori