Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Trentino Alto Adige

Jasmin dell'hotel Bischofhof

L'arte di Martin Obermarzoner è senza mezze misure, può piacere solo a chi non rifugge l'effetto sorprendente, e non considera l'eventuale sconnessione o l'arzigogolo un limite, ma il giusto prezzo da pagare per quando (quasi sempre) il bersaglio è centrato al millimetro. Qui si gioca d'azzardo, basta saperlo. E anche "al buio". Il menu è fisso: al momento della prenotazione si discute del numero delle portate, di essenziali predilezioni e preclusioni, ma di fatto, quando ci si siede, si è alla prelibata mercé di questo funambolico prestigiatore dei fornelli.

Non sorprende venire a sapere che "onesto" è il primo aggettivo che viene in mente a Martin per descrivere il suo lavoro; una parola umile, concreta, ma alla fine veritiera nel descrivere una cucina ipertecnica e d'avanguardia, che si muove tra tentazioni molecolari e attinge ora dall'orto sotto casa ora dai mercati di tutto il mondo: "Non sono un fanatico del km 0, ma della qualità che ricerco ovunque", in rigorosa coerenza con l'idea di una cucina puramente creativa. Un esempio potrebbero essere i Ravioli di sesamo e gamberi rossi siciliani su purea di radice di cerfoglio e mela verde, ma sono solo le scelte giornaliere determinate senza compromessi dalla qualità dei prodotti disponibili e dall'estro del momento a dettare il menu.

Ottima la cantina, e per di più il servizio al calice, solitamente rischioso, è qui un punto di forza. I tavoli ben distanziati e l'atmosfera rilassante sbalzano ulteriormente la pirotecnia dei piatti. La moglie di Martin, Marlies, garantisce un servizio rigoroso e protettivo.

Chef

Martin Obermarzoner

Sous-chef

Yoshikasu Nishikawa

Ai dolci

Martin Obermarzoner

In sala

Marlies Obermarzoner

In cantina

Marlies Obermarzoner

Contatti

+39 0472 847448

via Gries, 4
39043 - Chiusa (Bolzano)
bischofhof.it
info@bischofhof.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
l'intero martedì; a pranzo aperto solo domenica
Ferie
variabili ad aprile e a novembre
Carte di credito
no American Express
Prezzo medio vino escluso
130 euro
Menu degustazione
110 e 150 euro

Ristorante con camere

Perché fermarsi
per sperimentare una cucina audace e sorprendente
Antonio Chinellato
Antonio Chinellato

docente umanista, musicofilo barocco, gourmand postmoderno dogmatico sul vino e pragmatico col cibo. Collabora anche con Radici Restaurants