Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Senigallia mon amour

di Catia Uliassi
Catia Uliassi, responsabile di sala e cantina del ristorante Uliassi di Senigallia (Ancona), 3 stelle Michelin

Catia Uliassi, responsabile di sala e cantina del ristorante Uliassi di Senigallia (Ancona), 3 stelle Michelin

Il gelato indimenticabile, il pane particolare, la trattoria che prepara poche, eccellenti specialità, il bistrot raffinato, le enoteche speciali. A Senigallia il livello medio della ristorazione è così alto che si mangia (e si beve) bene praticamente ovunque, a ogni livello e in ogni situazione. Questi sono i miei consigli.

Nana piccolo bistrot
(via Giosuè Carducci 19, +39.071.64999, nanapiccolobistro.it)
I Gilebbi sono nostri cari amici. Sono autori di una cucina italo-spagnola molto rassicurante. Hanno anche El Deseo, un ristorante a Granada, in Andalusia, che proietta le sue influenze anche sull’insegna vicina a noi. È un posto in cui si sta molto bene, dall’aperitivo in poi.

Trattoria vino e cibo
(via Fagnani 16, +39.071.63206)
E’ un altro importante posto del cuore. Una trattoria che fa poche buonissime ricette, tutte che resistono nel tempo. Io vado matta per Pane e sgombro, una semplice fetta di pane, condita con pomodoro fresco e un filo d’olio crudo. E poi i Calamaretti alla griglia. Fantastici.

Panificio Scattolini
(via S. Martino 9, +39.071.64747)
Un piccolo forno, che fa la migliore Cupola della città. È un dolce tipico, realizzato con pasta frolla, uvetta e crema pasticciera. Producono poche specialità, ma sono tutte squisite: provate anche la loro crescia, o pizza coi grasselli marchigiani, sorta di ciccioli, cioè il grasso di maiale. Buonissima.

Paolo Brunelli, Gelateria Brunelli

Paolo Brunelli, Gelateria Brunelli

Gelateria Brunelli
(via Giosuè Carducci 7, +39.071.60422, paolobrunelli.me)
Siamo uniti a Paolo e Gloria da una grande stima. Sono molto simpatici, ma soprattutto fanno un lavoro encomiabile sul gelato. Un gusto? Ve ne dico due: la Crema Brunelli con nocciole caramellate, cioccolato e vaniglia di Mananara e il Cioccolato fondente con massa di cacao del Venezuela. E non parliamo poi dei semifreddi, e delle torte…

Sepia by Niko
(piazza Del Duca 11, +39.338.4485682, bynikocucina.it)
Uno dei miei bistrot preferiti, in una pizza bellissima, davanti alla Rocca Roveresca, uno dei monumenti più visitati della nostra regione. Lo chek Niko mette mano a materie prime mediterranee meravigliose. Ne ricava piccole tapa, eccellenti.

Enoteca Tre Galli
(via Carlo Pisacane 66, +39.071.0972816, tregalli.it)
Una piccola enoteca di grandi prodotti. Il mio amico Andrea Ruggeri va matto per gli Champagne. Cicliciamente, prende la macchina e si gira la regione delle bollicine più famose. Torna sempre con delle chicche e mille consigli. Grazie a lui ho conosciuto tante etichette fantastiche.

A destra, Andrea Ruggeri, Enoteca Tre Galli (foto tregalli.it)

A destra, Andrea Ruggeri, Enoteca Tre Galli (foto tregalli.it)

EnoForum
(Foro Annonario 33, +39.071.7931654)
Un altro indirizzo eccellente, più a buon mercato dei precedenti. È un locale in cui provare tanti piccoli buoni assaggi, dal Patanegra ai sottaceti fatti in casa, alla pizza bianca con burrata e acciughe: semplice, calda, buonissima.

Da Seta
(Strada Intercomunale San Silvestro 174, +39.071.665039)
Una gita fuori porta, a San Silvestro, pochi chilometri dal centro di Senigallia. E’ una trattoria molto popolare, un’insegna sempre piena a pranzo e cena (prenotate!). Grandi piatti di carne, paste fresche, gnocchi al ragù, tagliatelle con l’anatra…

Catia Uliassi
Catia Uliassi

marchigiana di Senigallia, maître e sommelier, col fratello Mauro conduce il ristorante Uliassi sulla banchina di Levante, 3 stelle Michelin