Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Dieci perle veneziane

di Raffaele Alajmo
Raffaele Alajmo, 50 anni, maitre e imprenditore 

Raffaele Alajmo, 50 anni, maitre e imprenditore 

CoVino
(Castello 3829, calle del Pestrin, +39.041.2412705, covinovenezia.com)
Gestito da Andrea Lorenzon, figlio di Mauro Lorenzon oste della nota Osteria La Mascareta, Covino è il locale ideale per un aperitivo tra etichette di gran qualità ma anche per un pranzo o una cena. L’ambiente è giovane e molto intimo (16 coperti con poco più di 5 tavoli), la chiacchiera con il vicino nasce spontanea e a volte può proseguire fino a tarda notte. La formula assomiglia a quella di un bistrot parigino, un menu compatto con piatti sinceri che ti raccontano la tradizione gastronomica di Venezia, con ingredienti freschi, stagionali e alcuni Presidi Slowfood.

Antiche Carampane
(San Polo 1911, +39.041.5240165, antichecarampane.com)
Se si ha voglia di un autentico locale veneziano frequentato da veneziani con piatti tipici della tradizione veneziana. Alle Antiche Carampane non si arriva per caso, sono nascoste tra le calli e i campielli vicino al mercato del pesce di Rialto, bisogna per forza conoscerle per saperci arrivare. L’atmosfera è intima e mai formale, il menù principalmente a base di pesce abbinato ad una lista di vini italiani che spazia dai classici ai naturali, tra biologici, biodinamici e tanti “oltre confine” provenienti da Francia e Austria.

Al Covo
(Castello 3968, +39.041.5223812, +39 ristorantealcovo.com)
Lontano dai flussi turistici convenzionali, nel Sestriere di Castello, Al Covo si trova in calle della Pescaria e mai toponimo poteva essere più azzeccato. Il menù basa la sua proposta principalmente sul pesce freschissimo pescato tra le barene o nel vicino Mare Adriatico. Il padrone di casa è Cesare Benelli insieme alla moglie texana Diane, da non perdere i suoi dessert tutti rigorosamente fatti in casa comprese le gelatine di frutta e marmellate. Il locale ideale se ci si vuole rilassare in un’atmosfera familiare con la certezza della qualità degli ingredienti.

Harry's bar

Harry's bar

Harry’s Bar
(San Marco 1322, +39.041.5285777, cipriani.com)
Per quasi un secolo, l’Harry's Bar, storico locale veneziano e punto di riferimento in Italia, ha affascinato abitanti e visitatori con la sua clientela illustre, interni classici e creazioni di fama mondiale come il cocktail Bellini. Data la mia passione per il gin martini, non c'è da stupirsi che scelga l’Harry’s bar per la loro versione molto secca, servita in un bicchiere ghiacciato senza stelo. Accomodatevi al bar e aspettate alcuni deliziosi stuzzichini dalla cucina, tra cui le "polpette fritte più deliziose" che amo spesso come aperitivo accanto al mio drink prima di andare a cena a Venezia.

All’Arco
(San Polo 436, +39.041.5205666)
Poco distante dal Ponte di Rialto, All'Arco è un bacaro, un locale informale in cui vengono serviti cicchetti (o cichéti nel dialetto locale) che offrono una grande varietà di specialità veneziane da mordere. Turisti e gente del posto riempiono questo ristorante popolare all'ora di pranzo, dove, in linea con l'autentica tradizione del bacaro, non c'è un servizio al tavolo. I commensali ordinano i cicchetti allo sportello prima di sedersi o appoggiarsi a un muro esterno. Oltre ai cicchetti, All'Arco serve piatti come sarde in saor, sempre con pesce fresco locale di mercato. Anche la selezione del vino dalla loro cantina è degna di nota. Oltre ai classici preferiti mi piace l’insolita combinazione di ingredienti che utilizzano per creare i cicchetti, insieme ad alcuni sandwich molto interessanti. Assolutamente da provare i crostini con piselli saltati e canoce crude.

Cantine del Vino già Schiavi

Cantine del Vino già Schiavi

Cantine del vino già Schiavi
(Fondamenta Nani 992, Dorsoduro, +39.041.5230034, cantinaschiavi.com)
Azienda a conduzione familiare dagli anni Cinquanta, Agli Schiavi è un bacaro che fa cicchetti alla vecchia maniera: piccole fette di pane condite con ingredienti saporiti e servite con stuzzicadenti. Agli Schiavi è l'ideale per i visitatori che vogliono sentirsi come un abitante locale provando un'esperienza veneziana semplice e autentica. Gli amanti del vino apprezzeranno la loro impressionante selezione di vini italiani, oltre a diverse scelte di liquori e grappe. È un'ottima tappa per uno spuntino in tarda mattinata o un aperitivo prima di cena - riempite il vostro piatto con cicchetti, ordinate un bicchiere di Prosecco e poi uscite per goderveli lungo il canale.
Assicuratevi di assaggiare l’insalata di tonno fatta con porri crudi e uova.

Aciugheta
(Castello 4357, Campo Santi Filippo e Giacomo, +39.041.5224292, aciugheta.com)
Anche se situato nel cuore del turismo di massa dietro alla Basilica di San Marco, sono in molti i veneziani che scelgono questo bacaro, gestito da Gianni Bonaccorsi de Il Ridotto, per le famose pizzette con l’acciuga e un’ampia selezione di preparazioni veneziane servite in mini-porzioni. Buona lista di bollicine da abbinare.

Do Mori
(San Polo 429, Calle dei Do Mori, +39.041.5225401)
Una delle più antiche osterie veneziane dove non ci sono tavolini o sedie e il soffitto è ricoperto da pentole di rame e all’esterno una botte dove appoggiare una buona “ombra di vino”. Da non perdere ovviamente i cosiddetti francobolli ovvero i mini-tramezzini senza maionese e farciti di prosciutto, speck e gorgonzola o i mexi ovi, uova tagliate a metà con l’acciuga sopra.  

Antica Drogheria Mascari
(San Polo 381, +39.041.5229762, imascari.com)
Una visita da Mascari equivale a un tuffo nella storia, all’epoca in cui il commercio delle spezie a Venezia era fiorente. L’unica drogheria rimasta in calle degli Spezieri, aperta nel 1948 dove è possibile reperire specialità solitamente introvabili, dalle spezie, ai biscotti, alla selezione di vini e liquori, cioccolate, marmellate e composte, caffe, tè e molto altro.

Enoiteca Mascareta
(calle Lunga Santa Maria Formosa 5183, +39.041.5230744, ostemaurolorenzon.com)
Uno degli unici locali notturni di Venezia, il ristorante e enoteca La Mascareta gestito da Mauro, una figura leggendaria nota per il suo carattere colorato. Con la sua impressionante collezione di vini e liquori (tra cui 50 tipi di gin!), La Mascareta è una delle migliori scelte per un gin tonic dopo cena. Suggerisco di andarci nel fine settimana per avere l'opportunità di chiacchierare con il suo vivace proprietario, Mauro.

Raffaele Alajmo
Raffaele Alajmo

maitre e sommelier del ristorante Le Calandre di Rubano (Padova), 3 stelle Michelin, controlla numerose altre insegne del gruppo di famiglia: La Montecchia, Ristorante Quadri, Caffè Stern, Il Calandrino, Abc Montecchia, Quadrino, Grancaffè Quadri, In.Gredienti, Amo...