Acqua Panna S.Pellegrino Ceretto The Fork

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Tradizione/Innovazione
Veneto

Antica Osteria Cera

Il lusso della semplicità, concetto caro ad Arrigo Cipriani, è anche la filosofia, da sempre, di Lionello Cera e della sua cucina. Del resto, come dice lo chef e patron di uno dei ristoranti di mare più importanti d'Italia, "la semplicità è il concetto più difficile da intepretare", riferendosi ovviamente ad una semplicità che non può essere banale, che deve regalare emozioni, all'anima e al palato, che deve trasmettere un pensiero e un'idea.

Nella cucina di questo tempio del pesce il rispetto della materia prima è assoluta: si parte da una qualità massima che non  scende mai a compromessi e si elabora il prodotto senza mai tradirne l'origine e le caratteristiche. La semplicità è dunque solo apparente e si riferisce, appunto, al rispetto dei sapori e dei profumi, ma per arrivarci - al contrario -, il processo è tortuoso, complicato, lungo e ci vogliono tutto l'amore e tutta la passione di Lionello e della squadra per tenere il punto, giorno dopo giorno, anno dopo anno, ad un livello elevatissimo, vette estreme di piacere e godimento che si raggiungono con piatti ormai leggendari come i Colori del mare a tutto crudo o lo Spaghettino freddo, (lucerna, mazzancollla, salsa di pistiacchio di Bronte, acqua di capperi), un tripudio di sapori in perfetto equilibrio, ma che si possono toccare anche con Foglie...ovvero: astice, gambero rosso, calamaretto, succo di gambero rosso, tamarindo, topinanbur, alga kombu.

Nel gruppo anche una fuoriclasse della pasticceria come Sara Simionato e un campione della sala come Niccolò Bau. Il futuro è in ottime mani.

Chef

Lionello Cera

Sous-chef

Daniele Cera

Ai dolci

Sara Simionato e Luca Ferrari

In sala

Nicolò Baù e Francesco Pasquali

In cantina

Nicolò Baù

Contatti

+390415185009

via Marghera, 24
30010 - Campagna Lupia (Venezia) - Lughetto
sito web
cera@osteriacera.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
1 settimana a gennaio e 2 settimane ad agosto
Menu degustazione
200 (9 portate) e 200 (12) euro
Antipasto
42 euro
Primo
38 euro
Secondo
45 euro
Dolce
20 euro

Perché fermarsi
per una cucina che rispetta in maniera quasi maniacale la materia prima e il cliente
Claudio De Min
Claudio De Min

veneziano, giornalista, una vita professionale dedicata allo sport da inviato (e adesso da appassionato e tifoso della squadra della sua città), cura dal 2008 "Gusto", la pagina di enogastronomia del Gazzettino di Venezia, e coordina "Cibi, Vini & Piaceri", l'inserto mensile dello storico quotidiano veneto che racconta il territorio attraverso prodotti, ristorazione, chef, enologia.