Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Ichikawa

Non occorre specificare chi è Haruo Ichikawa, pioniere dei sushi master a Milano, un signore che contribuì a far guadagnare a Iyo la prima (e finora unica) stella di un ristorante giapponese in Italia. Zitto zitto, quatto quatto, da settembre 2019 ha aperto in sordina questa piccola insegna con 3 soci - Giorgio CapelliStefano Legnani e Paolo Peri - quasi tutti novizi della ristorazione, entusiasti per aver convinto il decano di Saitama a sposare il loro progetto.

Da “Ichi” oggi si può scegliere tra due opzioni: al banco (8 posti, gettonatissimi) o al tavolo (un massimo di 20). Che si opti per l’una o l’altra soluzione, troverete un unico menu omakase che muta a cadenza quotidiana, assecondando le materie prime di giornata e l’estro del cuoco. Oltre ai crudi (spettacolare l’o-toro marinato nella soia o i ricci galiziani), noi benediciamo ogni volta l’arrivo del Nimono, signature del ragazzo dai tempi di Iyo: patata taro, funghi shiitake, carote, bambù, daikon, shirataki (spaghetti di konjac) in un brodo di alga konbu, katusobushi, salsa di soia e mirin. Un piatto che fa la felicità di onnivori e vegani.

Alla fine di tutto, è il sushi il pezzo forte del maestro: con sgombro sfiammato e gari; ricciola con soia adagiata con pennello da crine di cavallo… Tutti pezzi rigorosamente composti a uno a uno, come si conviene a un sushi banco di Tokyo. 

Chef

Haruo Ichikawa

Sous-chef

Satoko Kakutaki

Ai dolci

Haruo Ichikawa

In sala

Amal Elmessi, Stefano Legnani e Paolo Peri

In cantina

vini a cura di Sandra Ciciriello

Contatti

+390247750431

via Lazzaro Papi, 18
20135 - Milano
ichikawa.it
ichikawamilano@gmail.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
lunedì. Aperto solo la sera
Ferie
due settimane variabili ad agosto e una tra dicembre e gennaio
Carte di credito
no Diners
Menu degustazione
90 (in sala) e 110 (al banco) euro

Lo chef consiglia
Faccio Cose Vedo Gente, via Fauchè 35, Milano: cucina casalinga fatta bene

+390249667641

Perché fermarsi
per ammirare, possibilmente al banco, il mestiere di un pioniere dell'omakase milanese
Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diverse scuole e università. 
Twitter @gabrielezanatt
Instagram @gabrielezanatt