Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Altatto

Si parla tanto di mondo veg in crescita. Però un conto è guardare alle verdure che si fanno sempre più largo nei menu di carne e pesce, e uno ben diverso quello vegano. Domandina diretta: quante insegne vegane di qualità conoscete a Milano? Io una, il Joia di Pietro Leemann. E poi? E poi mi sono chiesto come mai ben pochi chef e ristoratori puntano su insegne che siano una reale applicazione verde? Fateci caso, ma tra i Navigli e l'Isola è tutto un dilagare di posti rigorosamente carnivori. Eppure la carne sarebbe in crisi.

In tutto questo, sono davvero contento che al 15 di via Comune Antico, zona Greco, 5 anni fa abbia preso forma Altatto, catering vegan-vegetariano voluto da tre amiche e socie, tutte e tre cresciute al Joia, posto arrivato a contare nella prima parte degli anni Dieci ben 9 figure femminili nello stesso periodo. Nel corso del 2018, a Giulia Marea Scialanga, Sara Nicolosi e Cinzia De Lauri, si sono aggiunti un'altra ex di Leemann, Caterina Perazzi, nonché Agostino Brambilla in sala.

Non basta. L'avere acquisito lo spazio da sempre occupato sulla via da un panettiere, ha dato il là a un seconda versione: il bistrot, rigorosamente vegetariano con tanta parte vegana. Si stanno lasciando alle spalle un serio rodaggio bastato su un menu degustazione a 37 euro, con gli stessi piatti, 5 in tutto, proposti anche alla carta. In pratica sono aperte a cene ancora solo martedì e mercoledì.

Ultimi appunti: la parte salata di Altatto è pensata da Sara e da Cinzia, quella dolce da Giulia, della quale adoro il cognome: Marea. Fa pensare a un continuo movimento mentale.

Chef

Cinzia de Lauri, Sara Nicolosi e Giulia Scialanga

Ai dolci

Giulia Scialanga e Caterina Perazzi

In sala

Giulia Scialanga

Contatti

+393286641670

via Comune Antico, 15
20125 - Milano
altatto.com
info@altatto.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
aperti solo martedì sera e mercoledì sera
Ferie
variabili
Menu degustazione
40 euro
Antipasto
20 euro
Primo
14 euro
Dolce
8 euro

Lo chef consiglia
Vinoir, ripa di Porta Ticinese 93b, Milano: una vineria che oltre ad una selezione accuratissima di vini naturali propone anche cucina di alta qualità

+390239811202

Perché fermarsi
per fare la conoscenza di persone di valore e una cucina che cresce e prende forma
Paolo Marchi
Paolo Marchi

nato a Milano nel marzo 1955, al Giornale per 31 anni dividendosi tra sport e gastronomia, è ideatore e curatore dal 2004 di Identità Golose.
Twitter @oloapmarchi