Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Francia

Alain Ducasse au Plaza Athénée

Per il ristorante gourmet del Plaza Athénée, Alain Ducasse ha immaginato un’offerta culinaria totalmente inedita per questo tipo di locale: sul menù non compare alcun piatto a base di carne mentre viene dato ampio spazio ai prodotti vegetali, in particolare a legumi e cereali. In altre parole un’iniziativa che rappresenta una netta rottura con la tradizione gastronomica francese, ma che lo chef pluri-stellato considera ormai come una scelta ovvia in un panorama alimentare ormai saturo di proteine animali.

Questa cucina naturalista che invita a mangiare in modo più sano non è per questo una cucina semplice. Con il sostegno dei suoi collaboratori, tra cui lo chef Romain Meder responsabile delle cucine, Alain Ducasse cerca di portare al suo apice il parametro dell’eccellenza -gustativa, visiva, emozionale-, andando alla ricerca del sapore estremo per ciascuno dei prodotti utilizzati, rivolgendosi ai migliori produttori e artigiani del settore alimentare, curando fin nel minimo dettaglio vasellame e servizio, creando la sorpresa dove non ce la si aspetta… Per far sì che il tempo trascorso a tavola diventi un’esperienza indimenticabile, senza paragoni.

Dunque risulta difficile dimenticare la semplice Fetta di pane senza glutine servita come amuse-bouche, l’abbinamento caviale e lenticchie, le Trippette di stoccafisso, la Triglia in civet e i dessert quasi privi di zucchero della chef pasticciera Jessica Préalpato. Questa genuinità rappresenta un’eccezione che ci piacerebbe diventasse se non la regola almeno un modello per il processo evolutivo dell’alta cucina francese.

Chef

Alain Ducasse e Romain Meder

Vai alla scheda dello chef

Ai dolci

Jessica Préalpato

In sala

Denis Courtiade

In cantina

Laurent Roucayrol 

Contatti

+33 1 53676665

PORTAMI LÌ
Chiusura
Chiuso sabato e domenica. A pranzo aperto solo giovedì e venerdì
Ferie
3 settimane variabili ad agosto
Menu degustazione
210 e 395 euro
Antipasto
135 euro
Secondo
150 euro
Dolce
45 euro

Ristorante con camere

Perché fermarsi
per un ristorante che agisce con apparente semplicità, che nasconde grande complessità
Olivier Reneau
Olivier Reneau

giornalista, scrive di creazioni contemporanee (art, architettura, design) e di art de vivre (cucina, enologia, mixologia) da più di 25 anni. Scrive per magazine generalisti (Air France Madame, The Good Life, Les Echos SL) e specializzati (Ideat), guide (Lebey, Interni...). Dal 2016 è caporedattore di Cuisines Révolution