Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Stati Uniti

Xixa

A New York non occorre più essere messicani per aprire un ristorante ispirato alla cucina del paese che ha dato agli Stati Uniti il maggior numero di migranti. Xixa, semi-nascosto all'inizio del ponte di Williamsburg che collega Brooklyn a Manhattan, non fa eccezione.

Jason Marcus è americano, cresciuto in una famiglia che oggi si definirebbe di foodies, ma giramondo e innamorato del grande paese che si affaccia sia sul Pacifico che sul Mar dei Caraibi: è stato proprio un viaggio in Messico che ha ispirato l'apertura di Xixa. In cucina è cresciuto tra Le Bernardin ed Eleven Madison Park. In quest'avventura lo accompagna la moglie Heater Heuser, conosciuta a san Diego, che ha il dono dell'ospitalità tanto da ricordarsi mesi dopo che eri già stato nel ristorante e dove eri seduto. La Nueva Cocina Latina è tutta una contaminazione, così anche da Xixa potete trovare l'Anatra arrosto come da Cosme (perchè come in Cina si serve con le tortillas che sono la base dei piatti messicani). Il gucamole può essere fatto con pure di fave e il ceviche si trova in almeno 3 versioni.

Per assaporare a pieno le sfaccettature della cucina si consiglia il menu degustazione di 6 portate, che permette comunque di scegliere alcuni piatti. Anche il Collo di capra al carbone, di una tenerezza fuori dal comune, è un piatto che non si dimentica. Jason è un appassionato di vini, si occupa lui della cantina da 200 etichette, ma la carta dei cocktail che parte dalle basi di Margarita, Sangria e Michelada, offre sapori innovativi grazie alle intuizioni del mixologist Adem Markasevic.

Chef

Jason Marcus

In sala

Heater Heuser

In cantina

Jason Marcus e Adem Markasevic (mixologist)

Contatti

+1 718 3888860

241 South 4th street
11211 - New York - Brooklyn
xixany.com

PORTAMI LÌ
Chiusura
lunedì e martedì; aperto solo la sera
Ferie
mai
Menu degustazione
55 dollari
Antipasto
8 dollari
Secondo
24 dollari
Dolce
8 dollari

Lo chef consiglia
Traif, il ristorante gemello, a pochi metri di distanza, il cui motto è "maiale, frutti di mare e soul food di ispirazione globale"

+1347.844.9578

Perché fermarsi
per assaggiare la "Nueva Cocina Latina" in una delle sue migliori espressioni
Stefano Vegliani
Stefano Vegliani

dopo 29 anni, ha lasciato la redazione sportiva di Mediaset e si gode la pensione tra una maratona e l'altra. Ma quella invernale di Pyeonhcang 2018 è stata la sua sedicesima Olimpiade, questa volta sotto la bandiera di Eurosport. Ha un'antica passione per il cibo: è "assaggiatore" di Identità Milano dalla prima edizione