Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Stati Uniti

Lovely's Fifty Fifty

Sarah Minnick è un volto noto alla platea di Identità: il suo incontro con Franco Pepe rappresenta una delle pagine più fertili nel dialogo tra pizzaioli di continenti lontanissimi. Lovely's Fifty Fifty è la sua piccola grande vetrina su un’arteria importante di Portland. Sarah serve qui delle 12 inches pizza pies (pizze dal diametro di circa 30 centimetri) secondo la filosofia market to oven, cioè “dal mercato direttamente al forno”, un concetto mutuato dal più noto farm to table, appreso nell’apprendistato della ragazza da Alice Waters a Chez Panisse.

Cominciate con la Fermented Tomato, una lieve variazione della pizza che ha vinto il titolo di piatto dell’anno a Identità Milano 2017, con le foglie di quinoa. Gli ingredienti sono rimestati prima in una grande bowl, una tecnica piuttosto interessante perché poco diffusa alle nostre latitudini ortodosse. Buonissima anche la Cavolo verza (lacinato kale) con rosmarino, alchechengi, salsiccia e fontina. Addendi che esprimono la libertà di cui gode la pizza migliaia di chilometri lontana dalla sua culla. Con una legge mai violata: ognuna delle sue pizze è fatta con tre componenti cui non rinuncia mai: impasto, verdure e formaggio.

Raccomandazione finale: non fermatevi alle pizze ma ordinate uno dei meravigliosi gelati artigianali ai gusti Toffee di camomilla, caramello salato, stracciatella alla menta
 

Chef

Sarah Minnick

Vai alla scheda dello chef

Contatti

+1 503 2814060

4039 North Mississipi avenue
OR9721 - Portland
lovelysfiftyfifty.wordpress.com

PORTAMI LÌ
Chiusura
lunedì; aperto solo la sera
Ferie
variabili
Menu degustazione
pizze 13/20 dollari americani

Lo chef consiglia
Chez Panisse, 1517 Shattuck avenue, Berkeley, California, chezpanisse.com: il luogo in cui si è formata

+ 1.510.5485525

Perché fermarsi
perché Sarah Minnick è libera di comporre grandi pizze che non si curano delle rigidità conservatrici che vengono dall'Italia
Identità Golose
Identità Golose

articolo a cura degli autori Identità Golose