Acqua Panna S.Pellegrino 2021 Veuve Clicquot 2021 Birra del Borgo 2022 The Fork 2022

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Veuve Cliquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Spagna

Asador Etxebarri

Da quanto tempo parliamo su queste pagine di Asador Etxebarri e di Viktor Arguinzoniz? Da oltre 20 anni, perché il dio della brace ha cominciato a far parlare di sé agli albori dell’esplosione della gastronomia contemporanea, stanato dal giornalista Rafa Garcia Santos, pigmalione del primo congresso di cucina che la storia ricordi, Lo Mejor de La Gastronomia a San Sebastian, anno domini 1999.

Già allora, in mezzo a tutte le fascinazioni del nuovo fine dining, generava una grande attrazione il primivitismo che sprigionava questo silenzioso tempio della brace, nella campagna di Atxondo, a 45 minuti d’auto da Bilbao. Piccoli incendi di tecnica sopraffina divampano in una casa di campagna, di legno e pietra, piccola e tranquilla. Messi ad ardere, ci sono tutti i generi commestibili che possiamo immaginare: gamberi di Palamos, chuleta de vaca vieja di rubia gallega (un bisteccone basco da andare via di testa), percebes, astici, i migliori funghi e ortaggi di queste valli, persino il gelato. Sotto, legna che cambia a seconda di quella che si immola sopra al ferro.

Un ventennio dopo il fascino è immutato perché Viktor-Bittor esprime meglio di chiunque il senso atavico del fumo e della brace, la cucina senza pentole, padelle e nemmeno fornelli. Griglie modificate con ingegno per ribadire una volta di più ciò che ci ha reso umani: l’invenzione del fuoco, più di tutto.

 Brambilla-Serrani

Chef

Victor Arguinzoniz

Vai alla scheda dello chef

Contatti

+

San Juan Plaza, 1
48291 - Axpe
sito web
info@asadoretxebarri.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
lunedì
Ferie
il mese di agosto e 24 dicembre-10 gennaio
Menu degustazione
242 euro

Perché fermarsi
per l'unicità del luogo e la chuleta di Rubia Gallega, l'espressione più sublime di una reazione di Maillard
Identità Golose
Identità Golose

articolo a cura degli autori Identità Golose