Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Lombardia

Gong

Quello di Giulia Liu è uno dei volti più radiosi della ristorazione lombarda: lei fresca, cortese, spiritosa, affabile, dolce. La sala di qualsiasi ristorante ne risulterebbe valorizzata: e già così siamo a metà dell'opera. Però Giulia viene da una famiglia, i Liu appunto, che ha creato in pochi anni un proprio piccolo impero della tavola "etnica" di gran qualità, in città: Claudio all'Iyo e all'Aji, l'altro fratello Marco al Ba Asian Mood. Sanno il fatto loro; non ci si ferma, insomma, al servizio.

Tiriamo allora subito la concusione: noi amiamo molto, molto, Gong, intanto per quanto già detto. Poi perché il locale è ampio, alto e bellissimo: arredi raffinati, luci soffuse, pochi orpelli come prevede la tradizione asiatica, ma tanti dettagli in oro zecchino e ottone che ricorrono sui tavoli, nelle lampade, sulle porte; con, infine, i grandi gong in onice che rimandano immediatamente ai simboli antichi del sole e della luna piena.

Infine: Gong Oriental Attitude, recita il nome completo dell'insegna. Perché questo è il luogo del miglior fusion orientale in città; uno dei posti di riferimento per quella Milano cosmopolita che è patrimonio di un immaginario collettivo capace di farsi sempre più realtà effettiva, specie in questi ultimi anni. Il concetto si sostanzia, in cucina, con due chef e tre menu. La diarchia è formata da Guglielmo Paolucci e Keisuke Koga, coppia che - come capita all'Iyo - con la propria differenza deve rappresentare la doppia anima di Gong, Occidente e Oriente. I tre menu ne sono l'esito: degustazione tradizione, classico o evoluzione, a voi la scelta.

Chef

Guglielmo Paolucci e Keisuke Koga

Ai dolci

Paolo Moschini

In sala

Giulia Liu e Massimo Francescato

In cantina

Roberto Riccardo Tornabene

Contatti

+39 02 76023873

corso Concordia, 8
20129 - Milano
gongmilano.it
info@gongmilano.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
lunedì a pranzo
Ferie
Natale, Pasqua e 3 settimane variabili in agosto
Carte di credito
no Diners
Prezzo medio vino escluso
70 euro
Menu degustazione
65, 90 e 120 euro

Lo chef consiglia
Château Monfort, corso Concordia 1, Milano, hotelchateaumonfort.com: un incantevole Urban Château nel cuore di Milano

+ 39.02.776761

Perché fermarsi
per gli spettacolari dim sum, classici o creativi che siano
Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it