Basta zuccheri aggiunti: la dolce rivoluzione del SanBrite

Riccardo e Ludovica Gaspari, da mercoledì 17 a sabato 20 luglio a Identità Milano, presentano la nuova linea dei dessert

15-07-2019
Mela, mela, mela: uno dei nuovi dolci del SanBrite

Mela, mela, mela: uno dei nuovi dolci del SanBrite di Riccardo e Ludovica Gaspari. Sarà proposto anche al pubblico di Identità Golose Milano

Belle e dolci novità per il SanBrite di Cortina (Belluno), che ha riaperto le sue porte da una decina di giorni, il 4 luglio, presentando un nuovissimo menu creato per quella che si definisce l’Agricucina di Cortina d’Ampezzo. Riccardo Gaspari, come forse saprete, sarà da mercoledì 17 a sabato 20 luglio ospite di Identità Golose Milano, per quattro cene da non perdere con cui presentare in anteprima proprio questi nuovi piatti (per informazioni e prenotazioni, cliccare qui).

Ciò che chef Riccardo si è inventato per il suo ristorante, situato in cima alla frazione di Alverà, dove comincia il bosco di larici e l’aria che scende dal Cristallo è fresca e pulita, è una vera e propria piccola
rivoluzione del palato. «Sono tante le innovazioni e le nuove ricerche in cui Riccardo si è impegnato in questi mesi», conferma Ludovica, moglie di Riccardo e responsabile di sala del ristorante, che
ha riaperto per la stagione estiva fino a fine ottobre. «Ma tra tutte, ha trovato le idee più buone in una cosa in particolare. Sono i nuovi dessert».

Il cambio è radicale, e in linea con quanto prescrivono in questi anni i più autorevoli nutrizionisti. Al SanBrite Riccardo e il suo team hanno deciso di abolire ogni zucchero aggiunto, e di basarsi esclusivamente sui dolcificanti naturali, quelli già presenti nelle materie prime trattate per i propri piatti e ricette, oltre a un altro dolcificante naturale, il miele.

Il risultato sono dessert di grande ricchezza gustativa, i cui nomi dicono tutto (o quasi): Mela, mela e mela, che sviluppa tre tipi differenti di mela in tre diverse consistenze, Carota e mandorla, che gioca sull’associazione di una radice e un frutto, o anche Top Inambur, che spinge la sperimentazione ancora un po’ più in là e propone un tubero per dessert.

«Lo zucchero aggiunto fa molto male, è il messaggio principale che viene dai maggiori nutrizionisti», confermano Riccardo e Ludovica. «Per questo abbiamo pensato che i tempi fossero ormai maturi per una scelta radicale: estrapolare il fruttosio già esistente nella frutta, nella verdura, nei tuberi, e renderlo l’elemento principale di quel piatto».

Un’idea di salute contenuta in nuce fin nel nome che l’Agricucina di Cortina si è data due anni fa, all’apertura: SanBrite. Un luogo buono, ma, innanzitutto, sano. Mela, mela, mela sarà anche il dessert che chiuderà le cene firmate da Riccardo Gaspari a Identità Golose Milano: qui per informazioni e prenotazioni


Rubriche

Dolcezze

Anticipazioni, personaggi e insegne del lato sweet del pianeta gola