Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Colombia

El Chato

A Bogotà i posti dove tutti ti dicono di andare si contano sulle dita di una mano, ed El Chato è uno di questi. Nel 2018 si è posizionato 21° nella classifica dei Latin America 50 Best Restaurant ma soprattutto con standing ovation generale si è aggiudicato il premio come Highest New Entry dell’anno. Cioè, è entrato direttamente nelle posizioni che contano. 

El Chato non serve cucina colombiana folk, ma quella che è la cucina colombiana di oggi vista da uno chef che è tornato in patria dopo 10 anni fra Parigi, New York e Copenhagen. La storia di Alvaro Clavijo è una storia globale: bistrot contemporaneo, ingredienti locali, piccoli produttori, tecniche moderne al servizio della tradizione della propria terra… c’è tutto il repertorio. Incluso un curriculum che vanta Per Se, L'Atelier de Joël RobuchonNoma.

La nuova (seconda) location del ristorante aperto nel 2015 è nel quartiere trendy del Chapinero Alto, è sempre pieno e serve piatti consistenti che vale la pena dividere – e che per il portafoglio occidentale costano una sciocchezza. Assaggiati e ancora impressi nella memoria il Candrejo (granchio, avocado, mango e maionese piccante, mescolati insieme e da mangiare con le chips di riso nero), i Corazones de pollo (cuori di pollo con patate locali, insalata, panna acida il tutto cosparso di tuorlo d’uovo grattugiato) e una lingua di manzo con un salsa di lulo – frutto onnipresente nella cucina colombiana – e salsa di Formiche Culone (alias Atta Laevigata). Dessert con foglie di coca (che sanno di tè macha), birre e cocktail.

Chef

Alvaro Clavijo

Contatti

+57 031 7439931

calle 65, #3B-76
- Bogotà
elchato.co
reservas@elchato.co
PORTAMI LÌ
Chiusura
aperto solo a pranzo 7 giorn isu 7
Ferie
variabili
Prezzo medio vino escluso
20 peso colombiano

Lo chef consiglia
gli altri indirizzi da segnarsi in agenda in città: Villanos en Bermudas, Salvo Patria e Leo

+

Perché fermarsi
per scoprire ingredienti a noi sconosciuti e una cucina contemporanea (che in Italia stiamo ancora aspettando)
Margo Schachter
Margo Schachter

vede gente, mangia cose...  Food editor, firma de La Cucina Italiana, Vanityfair e altre storie. Gourmet disincantata, mangia tutto, abile con le bacchette cinesi, habitué di cocktail bar. Frequent flyer based in NoLo (Milano)