Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Francia

Alain Ducasse au Plaza Athénée

Quando un cuoco di grande valore, modernista o infine di tradizione, in parallelo o più facilmente in continuità col proprio periodo diciamo così ‘eroico’, diventa, talvolta inevitabilmente, uomo d’affari, si pone il problema del valore dell’immaginario che la sua figura e la sua cucina suscitano nel mondo. Ne consegue la cura, in ogni sua forma, intrinseca, nonché esteriore, della propria immagine, finendo col valutarla come il più prezioso dei beni materiali di cui dispone.

Il ristorante di Alain Ducasse al Plaza Athénée ne è il più fulgido esempio. Ducasse è un mito. Il resto dev’essere all’altezza. Intanto l’impatto della sala, eclatante, nello scintillio di luci dall’alto e nei riflessi sottostanti. Bilanciato al contempo da un’elegante essenzialità ai tavoli. Un servizio che per inarrivabile mix di tecnica e spontaneità è forse il migliore esista al mondo. Le persone ai tavoli? Un bel mondo, che ambienta come sospeso nel tempo un ecosistema d’età media visibilmente più bassa rispetto a quella degli altri tristellati. Preambolo e conclusione di livello raro.

Le portate centrali d’estrema chiarezza gustativa (e in linea con la nuova didattica dei tempi: più spazio al vegetale, nessuno alla carne), nella purezza della materia prima e nella ben studiata punteggiatura dell’accompagnamento. Vale a dire la regola dell’arte nell’eccellenza della sua espressione, ma senza grandi voli, se non nella lussuosità e relativo prezzo di qualche piatto, per la trasgressione. Indimenticabile, last but not least, il senso del dolce di Jessica Prealpato, più che pasticcera.

Chef

Alain Ducasse e Romain Meder

Vai alla scheda dello chef

Ai dolci

Jessica Préalpato

In sala

Denis Courtiade

In cantina

Laurent Roucayrol

Contatti

+33153676665

PORTAMI LÌ
Chiusura
sabato e domenica. A pranzo aperto solo giovedì e venerdì
Ferie
tre settimane variabili ad agosto e una attorno a Natale
Menu degustazione
210 e 395 euro
Antipasto
135 euro
Secondo
150 euro
Coperto
45 euro

Ristorante con camere

Perché fermarsi
perché Alain Ducasse è un mito e tutto il resto dev\'essere all\'altezza
Gianni Revello
Gianni Revello

ligure, nell'attesa di ciò che mangerà talvolta scrive di ciò che ha mangiato: buono da scrivere, buono da mangiare