Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Portogallo

Prado

Prado è di certo uno dei ristoranti che meritano una visita nella capitale lusitana. Antonio Galapito, il cuoco, ha compiuto da poco i 30 anni, ma è già passato dalle cucine di Nuno Mendes - un altro che dovrebbe tornare nel suo paese - a Londra e ha le idee molto chiare. Il concetto del ristorante è quello del farm to table, con prezzi più che abbordabili e una riconoscibilità della materia prima, senza cadere in una cucina esclusivamente riconduicibile alla tradizione locale.

Anzi, qui si mastica un po' di Portogallo, ma che incontra uno stile più internazionale, dove si passa attraverso verdure grigliate, affumicature e spigolosità che pochi si possono permettere, almeno per il momento, a Lisbona. Una cucina che sa osare e restare con i piedi per terra, dove il piacere del gusto non è prevaricato da tecnicismi e che prende il via con il pane di grano Barbela fornito dall'ottima panetteria Gleba e chiude con qualche dessert dove si gioca con la frutta, la verdura, il miele, il gelato di latte affumicato e la granita al finocchio. In mezzo, una dozzina di proposte in una carta unica senza divisioni di genere, con il Ravanello, rapa, alga Nori e mano di Buddha (un limone dalla forma curiosa) o la tartare di carne Barrosa con cavolo grigliato.

Carta dei vini che segue le linee del biodinamico e dei naturale. Vicino al ristorante, aperto già da un anno, si può fare acquisti di eccellenze portoghesi nella splendida Mercearia Prado. L'ennesima conferma di una città vivace e in grande crescita gastronomica, non solo tra gli stellati già ben conosciuti.  

Chef

Antonio Galapito

In sala

Ines Pereira

In cantina

Camille Pichery

Contatti

+351210534649

Travessa Pedras Negras 2
1100-40 - Lisbona
pradorestaurante.com
info@pradorestaurante.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica sera, l'intero lunedì e l'intero martedì
Ferie
3-18 febbraio
Carte di credito
no American Express
Prezzo medio vino escluso
30 euro

Lo chef consiglia
Taberna Sal Grosso, Calçada do Forte 22, Lisbona: semplice e deliziosa

+351215982212

Perché fermarsi
per la filosofia "farm to table" e lo spirito innovativo dei piatti
Gualtiero Spotti
Gualtiero Spotti

giornalista per riviste di turismo ed enogastronomia italiana, ama le diverse realtà della cucina internazionale e viaggiare