Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Georgia

Cafe Littera

Tekuna Gachechiladze, un cognome impronunciabile che impareremo a pronunciare in fretta. Lei è la madrina del cambiamento georgiano, la cuoca che nell’ultimo decennio sta cercando di rivoltare come un guanto la cucina tradizionale del suo paese. Una tradizione di sapori sorprendenti, ci s’intenda: girando per la regione del Kakheti, la culla dei vini del mondo, avevamo trovato pomodori più esplosivi dei nostri, meravigliose insalate di verdure, khachapuri da divorare in quantità, pane di mais mchadi che aiutami a frenare la pesca.

Peccato però che, pellegrinando di locanda in locanda, le pietanze tendevano a rimanere sempre le stesse. La cultura gastronomica georgiana risente ancora dell’immobilismo sovietico, durato 70 anni. Sono stati così ossessionati dal fatto di voler mantenere la lingua, i nomi e il gusto che alla fine hanno eretto un muro impermeabile alle cose nuove.

Non Tekuna, che oggi lavora con una doppia missione: recuperare le ricette dalle mille tradizioni perse e importare da fuori ingredienti non più in uso come anche semplici carciofi, aglio selvatico o i funghi. Capita così di trovare al tavolo un buonissimo Carpaccio di trota di fiume con mango «perché in Georgia non c’è proprio la cultura del pesce crudo, ma è ora d’iniziare» e persino una deliziosa Insalata di mozzarella, pomodoro, basilico, un omaggio all’Italia con materie prime 100% georgiane, annaffiate da un olio extravergine d’oliva autoctono, «è il primo che produciamo nel nostro paese», si illumina, «e ne siamo molto orgogliosi».

Chef

Tekuna Gachechiladze

Sous-chef

Edvard Manukian

Contatti

+995 599 988308

Machabeli, 13
0105 - Tbilisi

litterareservation@gmail.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
mai
Ferie
1 gennaio
Prezzo medio vino escluso
130 lari
Menu degustazione
200 e 250 lari

Lo chef consiglia
Shavi Lomi, Tbilisi, Zurab Kvlividze 28, Tbilisi

+995.322.960956

Perché fermarsi
perché in cucina c'è una signora che sta risvegliando le coscienze di un paese con grandi potenzialità gastronomiche
Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diverse scuole e università. twitter @gabrielezanatt instagram @gabrielezanatt