Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Campania

Sensi

Mica facile essere originali in Costiera: se i turisti da tutto il mondo accorrono comunque, quale stimoli può avere un cuoco a variare lo spartito di cuoppi, impepate e crudi senz’anima? Alessandro Tormolino, napoletano di Torre del Greco, classe 1987, è uno che non s’accontenta di riprodurre uno spartito stanco. È un atteggiamento che ha appreso lavorando per 4 anni al fianco di Vissani, 2 da Don Alfonso e qualche tempo nella sortita londinese dei Mellino a Londra.

Nel giugno 2017, assieme al maître Pasqualino Franzese - a sua volta figlio di cuochi –, ha preso in gestione tutta la linea di cucina dell’hotel Residence e ha rifatto i connotati di sala e cucina di questo ristorante cui si accede da una magnifica scalinata accanto al Duomo di Amalfi. Al primo piano vi attende una terrazza che dà sulla litoranea, uno squarcio struggente sul Tirreno che ha fatto innamorare poeti e naviganti.

A tavola carne e pesce pari sono. Segnaliamo il Gambero in pasta kataifi con carbonara allo zafferano, spinaci e aglio nero, un viaggio che parte dal Mediterraneo per approdare lontano. Tra i primi, una Linguina con limone scomposta con carpaccio di alici e puntinismi di salsa tonnata a lato. Per riscrivere una certa linea di cucina, è bene capire nitidamente da quali addendi cominciare.

Chef

Alessandro Tormolino

Sous-chef

Pasquale Di Donna

Ai dolci

Sarah Leone

In sala

Pasqualino Franzese

In cantina

Claudio Martorelli

Contatti

+39 089 871183

via Pietro Comite, 4
84011 - Amalfi (Salerno)
sensiamalfi.it
info@sensiamalfi.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
martedì nel periodo 15 ottobre-15 gennaio
Ferie
15 gennaio-15 marzo
Carte di credito
no Diners
Menu degustazione
65, 85 e 100 euro
Antipasto
17 euro
Primo
18 euro
Secondo
28 euro
Dolce
15 euro
Coperto
4 euro
Tavolo dello chef per 8 persone

Ristorante con camere

Lo chef consiglia
Pasticceria Andrea Pansa, via Duca Mansone 40, Amalfi

+ 39.089 871065

Perché fermarsi
perché nel conservatorismo della Costiera, chi fa uno sforzo in più va premiato
Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diverse scuole e università. twitter @gabrielezanatt instagram @gabrielezanatt