Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Spagna

Bardal

Sapori soavi ma nitidi. Controllo assoluto dell’intensità. Piatti di tradizione fatti con prodotti locali, ottenuti attraverso una rete di fornitori per nulla facile da gestire. Dopo aver trasformato Tragatá nel bar di tapas più famoso di Ronda, grazie a 10 anni di lavoro, lo chef Benito Gómez (che ha cominciato con Jean-Luc Figueras nella natia Barcellona, e che ha fatto parte della squadra di elBulli all’Hacienda Benazuza) ha riaperto il vecchio locale di Tragabuches.

Gómez ha vissuto e cucinato abbastanza per sapere che non si deve cercare l’impossibile, né inventare discorsi, concetti o tendenze. È sufficiente cucinare, con le mani e con la testa. Essere uno chef ed esercitare la professione. Nulla di più. Non c'è carta, solo due menu: Bardal (6 antipasti, 8 piatti principali e 3 dolci per 70 euro) e Gran Bardal (8 antipasti, 11 piatti principali e 4 dolci per 88 euro) per i quali si offrono percorsi di abbinamento con i vini. I prodotti freschi cambiano in base alla stagione.

Fedele allo stile bulliniano, gli antipasti arrivano in abbondanza. Eccezionale l’assaggio di fegato di coda di rospo en manteca colorá, sia per la texture del fegato che per il sapore della mantecatura che accompagna senza coprire il sapore. Con il seso a la romana mostra il suo spessore, dal momento che frigge il cervello in una tempura che lascia fermentare in un sifone, in modo che sia completamente aerata ed eterea. Il “capitolo” dolce è allo stesso livello di quello salato. E il personale di sala, una accogliente e professionale compagnia.

Chef

Benito Gómez

Sous-chef

Juan Carlos Hernandez

Ai dolci

Benito Gómez

In sala

Marco Trujillo

In cantina

Marco Trujillo

Contatti

+34 951 489828

calle José Aparicio, 1
29400 - Ronda
restaurantebardal.com

PORTAMI LÌ
Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
9 gennaio-8 febbraio
Carte di credito
no American Express
Menu degustazione
85 e 100 euro

Lo chef consiglia
Tragatá, 4 Calle Nueva, Ronda, Malaga: puoi mangiare cibo andaluso rivisitato fatto con ingredienti locali,piatti da condividere in ambiente informale

+34.952.877209

Perché fermarsi
per provare una cucina andalusa contemporanea, profonda e autentica
Julia Pérez
Julia Pérez

giornalista spagnola, scrive di cucina per El Mundo e Gastroactitud. Il suo libro, “100 Esperienze gastronomiche da non perdere” ha ispirato una serie televisiva su Tve