Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Cina

Niko Romito al Bulgari Pechino

E’ il primo vero tentativo di format di fine dining italiano: è l’endeavour di Niko Romito con il suo Ristorante presso gli hotel Bulgari nel mondo. “Primo” perché l’outpost di Pechino è il primo dei 4 che ha aperto (seguito poi da Dubai, Shanghai e Milano) e “vero tentativo” perché è il primo challenge gastronomico à la Ducasse per cui le ricette sono davvero identiche tra un continente e l’altro (con una piccola variazione su Dubai per rispetto delle tradizioni religiose locali).

Executive chef a Pechino, nell’arioso quartire di Chaoyang, è Marco Veneruso, 33enne barbuto ragazzo che sprizza serietà e intelligenza, originario di San Giorgio a Cremano ma con una carriera tutt’altro che partenopea: su tutto, 8 anni tra Four Seasons di Firenze (con Vito Mollica) e Milano e Da Vittorio... e via con tanto sudore (e stelle) alle spalle.

Arrivato appena ad aprile 2018 a ruota del già ottimo Claudio Catino (già miglior sous chef per noi di Identità Golose), corso a Shanghai e Milano per le aperture successive, Veneruso s’è distinto per la totale dedizione alla causa. I piatti sono gli stessi dell’outpost shanghainese. Di Niko Romito dice che «E’ semplicemente un genio». Un talento Assoluto, come il suo classico “brodo”, da cui far partire il meraviglioso viaggio attraverso la tradizione italiana...

Chef

Marco Veneruso

In cantina

Dario Schiavoni

Contatti

+86 10 85558555

Building 2 Courtyard no.8 XinYuan South rd., Chaoyang district
100027 - Pechino
bulgarihotels.com/en_US/beijing
info@bulgarihotels.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
mai
Ferie
mai
Menu degustazione
1300 rmb

Ristorante con camere

Perché fermarsi
per testare il primo (in ordine cronologico, quindi più rodato) tra i numerosi grandi progetti internazionali di Niko Romito
Claudio Grillenzoni
Claudio Grillenzoni

Giornalista col vizietto dell'esterofilia (da buon germanista) e del cibo (da buon modenese), dal 2007 vive felice in Cina, a Shanghai, tessendo ponti tra Oriente e Occidente