Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Toscana

Giglio

Non è tanto che al Giglio si mangi bene, questo lo avevamo già testimoniato qui: Tre petali per un Giglio. Non è nemmeno che i tre giovani artefici della sua cucina siano talentuosi, tecnici, preparati, appassionati, guasconi il giusto per non annoiarsi, e con un curriculum di tutto rispetto, a testimoniare percorsi diversi che nell'indirizzo lucchese trovano ora sintesi.

Perché il punto è proprio quest'ultimo: la sintesi. Ancora imperfetta al tempo della nostra precedente visita; diremmo quasi che la nostra percezione fosse stata allora quella della mancanza di amalgama complessivo, fattore un po' misterioso ma indispensabile nel gioco di squadra. Ora invece pervade i fornelli del ristorante e fa sì che i tre enfants prodiges che vi spignattano allegramente - classe 1989, 1987 e ancora 1987 - abbiano potuto sciorinarci una cena praticamente perfetta. Di grandissima classe. Eccezionale, senza girarci troppo attorno.

Lorenzo Stefanini, Stefano Terigi Benedetto Rullo sono stati inappuntabili. Piatti sempre bilanciati, dal gusto pieno ma armonico, un sapiente utilizzo, ora del tutto equilibrato, delle acidità, delle note affumicate, dell'amaro, del piccante, delle componenti iodiche, di quelle alcoliche. Texture da manuale, crossover dolci-salati stilosi e intonati. Sanno ben proporre la tradizione, in modo contemporaneo, ma spingono sulla ricerca, senza però più apparire border line. Molti piatti memorabili. Come Rognone di vitello, rose sott'aceto, salsa di angustura o Asparago bianco, ricci di mare, pop corn di amaranto, capperi di sambuco, sottaceto e fiori di sambuco.

Chef

Stefano Terigi, Lorenzo Stefanini e Benedetto Rullo

Sous-chef

Florenc Arapi e Ali Kuqja

Ai dolci

Margherita Vigilante

In sala

Francesco Massagli

In cantina

Daniele Grieco

Contatti

+39 0583 494058

piazza del Giglio, 2
55100 - Lucca
ristorantegiglio.com
info@ristorantegiglio.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
d'estate l'intero martedì e mercoledì pranzo, d'inverno martedì e mercoledì
Ferie
variabili ta gennaio e febbraio
Menu degustazione
40 e 70 euro
Antipasto
12 euro
Primo
13 euro
Secondo
19 euro
Dolce
8 euro
Coperto
4 euro

Lo chef consiglia
Buca di Sant'Antonio, via Cervia 3, Lucca: un'identità classica fatta molto bene

+39.0583.55881

Perché fermarsi
oltre ai citati nel testo, anche per Capesante, agrumi affumicati e salicornia
Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it