Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Puglia

Botteghe Antiche

Come non innamorarsi di un luogo del gusto sincero ed emozionante come Botteghe Antiche! "Tradizione e passione", recita lo slogan del locale, ma noi aggiungeremmo altri due termini: semplicità (che rimanda alla schiettezza della proposta, una sorta di full immersion nela migliore Puglia rurale, terragna) e modernità (perché se il menu rievoca il passato, l'attenzione tecnica, ma ancor più la stessa filosofia slow food che animano l'impresa sono prettamente contemporanee).

Tutti meriti dello chef-patron, Stefano D'Onghia, classe 1971, un diploma all'Alma, stage da Gualtiero Marchesi, poi esperienze con Gennaro Esposito, Antonella Ricci e Teresa Buongiorno, prima di tornare nel 2014 nella sua Putignano e tentare l'avventura delle Botteghe Antiche, là dove un tempo le antiche botteghe cittadine - appunto - animavano la vita comune, nel cuore del paese.

Missione compiuta, verrebbe da dire, mentre sfila davanti agli occhi la raffica di antipasti: Burratina, peperoni, menta e croccante di mandorle; Fave & Company (ossia purea di fave, friggitelli, cipolla rossa d'Acquaviva...), la Colazione del contadino (lampascioni, farinella, capocollo e vin cotto di fichi), le preziose Cime di vite, lessate in acqua e aceto e condite con olio, aglio e menta. E poi, ancora, Orecchiette al ragù di brasciole di asino; e una sontuosa Melanzana ripiena della tradizione, con pomodoro, uovo, formaggio canestrato e pangrattato, di bontà antica.

Ai tavoli ci si affida a Valentina Decataldo, moglie di D'Onghia: perché il mangiarbene richiama anche qualche buon bicchiere di vino, e lei saprà aiutarvi.

Chef

Stefano D'Onghia

Ai dolci

Stefano D'Onghia

In sala

Valentina Decataldo

In cantina

Valentina Decataldo

Contatti

+39 080 4911813

piazza Plebiscito, 8
70017 - Putignano (Bari)
bottegheantiche.com
chefstefano71@gmail.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
mercoledì
Ferie
24-30 giugno e 2 settimane variabili a novembre
Menu degustazione
25 e 35 euro
Antipasto
10 euro
Primo
10 euro
Secondo
15 euro
Dolce
6 euro
Coperto
2 euro

Perché fermarsi
per gustare la Puglia rurale
Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it