Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Marche

L'Arcade

Non ha ancora compiuto trent'anni e ha grinta da vendere. Per alcuni troppa, ma solo se non si comprende che i filtri di comunicazione che ognuno possiede provengono dalla cultura e dall'esperienza. Pochi fronzoli dentro e fuori la cucina per Nikita Sergeev, giovane cuoco di origine russe arrivato in Italia per vacanza e poi rientratovi per studiare nel 2011 all'Alma, dopo la laurea di Scienze politiche conseguita a Mosca, scelta inizialmente per assecondare il desiderio di restare in Italia ancor prima che seguire la sua passione. Probabilmente se avesse scelto un altro mestiere, il risultato sarebbe stato identico, perchè il talento si svela e si alimenta soprattutto con lo studio e con il lavoro.

Nel 2013 apre L'Arcade, locale accogliente e di sobria eleganza, nel quale la cucina di Nikita matura, anno dopo anno e acquisice, oggi evidente, uno stile piuttosto autonomo, mai banale o imitativo. Se dovessimo suggerire solo 3 piatti dal menu-carta (che consente di comporre un percorso a piacimento), non possono mancare la Testina di vitello, con ostrica, capperi di papaya, erba cipollina e mandorla, la Terrina di cavolfiore tostato, polvere di funghi e scalogno bruciato, foglie di cappero e olio all'arancia e i Tortelli di anguilla affumicata, kefir e pompelmo.

Ma lasciano il segno la delicatezza delle Cicale in consommé e dei Gamberi con succhi di ortaggi fermentati, così come l'allungo del Riso con acqua di manzo, alga kombu, ricci di mare e cavolo nero. La carta dei vini è intelligentemente divisa per vitigni, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Chef

Nikita Sergeev

Sous-chef

Edoardo Corpetti

Ai dolci

Francesco Pettorossi

In sala

Leonardo Niccià

In cantina

Leonardo Niccià

Contatti

+39 0734 675961

via Giordano Bruno, 76
63822 - Porto San Giorgio (Fermo)
ristorantelarcade.it
info@ristorantelarcade.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
l'intero mercoledì, giovedì a pranzo e domenica sera
Ferie
6-20 gennaio e 2 settimane variabili a maggio
Carte di credito
no American Express
Prezzo medio vino escluso
50 euro
Menu degustazione
37, 65 e 100 euro
Dolce
10 euro

Lo chef consiglia
Evoè Bistrot, Via Piave 41 , località Torre di Palme, Fermo: dall'aperitivo a tarda sera per gustare tapas all'italiana e vini naturali

+ 39.366.5739575

Perché fermarsi
per la Restina di vitello con ostrica, capperi e mandorla
Massimo Di Cintio
Massimo Di Cintio

esperto di comunicazione, giornalista, da quasi trent'anni racconta di ristoranti, di vini e di territori. E' fondatore e curatore di MeetInCucina, congresso di cucina regionale