Acqua Panna S.Pellegrino 2020 Veuve Clicquot 2020 Birra del Borgo 2020 The Fork 2020

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Piemonte

Larossa

Essere al posto giusto al momento giusto aiuta. Ma non basta. Dunque se è vero che stare in centro ad Alba – la capitale italiana dell’enogastronomia chic, del Barolo e del tartufo, dei tedeschi e degli americani che stappano pagando con l’American Express Black –, è altresì vero che Andrea Larossa (in cucina) e la sua metà Patrizia Cappellaro (in sala) ce l’hanno messa tutta per emergere, in questi ultimi anni. E, a parte l’elegante sala al piano interrato, sono emersi eccome: uno dopo l’altro sono arrivati i critici, i clienti, persino il macaron a suggellare un ristorante che osa con giudizio, adelante ma esageruma nen.

Dunque tutto qua parla di Piemonte, anche se lo fa con inflessione contemporanea: l’Arrosto di notte è un vitello tonnato, la lingua è servita con mela verde e bagna caoda in un taco, la testina si nobilita con l’astice ma torna umile con la cicoria, i Plin – come potevano mancare? – sono poggiati su un cuscinetto colmo di aria di Alba (cioè che profuma di nocciola), la vacca vecchia è al barbecue e per dolce un croccantino.

Qualche tocco di Francia e d’oriente – in Piemonte sono di casa, la prima da sempre, il secondo da Crippa –, un’esperienza calda grazie ai sorrisi di Patrizia e a una cantina adeguata.

Chef

Andrea Larossa

Sous-chef

Pio Giuseppe Tritta

Ai dolci

Andrea Larossa

In sala

Patrizia Cappellaro

In cantina

Patrizia Cappellaro e Lincoln Vince Nuevo

Contatti

+390173060639

via Don Giacomo Alberione, 10d
12051 - Alba (Cuneo)
ristorantelarossa.it
info@ristorantelarossa.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
l'intero martedì e mercoledì a pranzo
Ferie
1-31 agosto
Antipasto
25 euro
Primo
28 euro
Secondo
30 euro
Dolce
16 euro

Lo chef consiglia
Osteria Moderna, via Armando Diaz 2a, Alba (Cuneo)

+393938544816

Perché fermarsi
un buon ristorante nella capitale del tartufo e del Barolo
Luca Iaccarino
Luca Iaccarino

viaggia e mangia per Lonely Planet, Osterie d'Italia, Repubblica e la collana I Cento (EDT). Ha scritto "Dire Fare Mangiare" (ADD), "Cibo di strada" (Mondadori), "Il Gusto delle piccole cose" (Mondadori Electa) e “Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di Torino”, ama andar per trattorie e ristoranti di blasone portandosi dietro una moglie riottosa e due figli onnivori