Acqua Panna S.Pellegrino 2021 Veuve Clicquot 2021 Birra del Borgo 2021 The Fork 2021

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Veuve Cliquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Veuve Clicquot
Champagne Veuve Cliquot Brut
Lombardia

Il Portico

«Viva la cucina», anzi #wlacucina. È l’hashtag di Paolo Lopriore, il segno distintivo di un cuoco che regge benissimo intere giornate di lezioni teoriche in università (o ad Alma, il suo nido) ma che, alla fine, gode soprattutto a stare dove sta da decenni: davanti ai fornelli. Una postazione eroicamente naturale, mantenuta ogni giorno anche in pandemia, a sfornare in versione asporto o consegna bontà diverse a cadenza quotidiana.

Un approccio democratico e radicato come nessuno nella storia della tavola italiana, che tiene lontano dal mirino l’autocompiacimento perché ha sempre e solo un bersaglio: l’ospite. È lui il vero protagonista della “nuova concezione ristorativa”, il soggetto che deve disporre a piacimento i tasselli del puzzle gustativo, tirando su dal piatto di portata posto al centro del tavolo (un riso, uno spätzle, una manzetta alla bordolese) per poi abbellirlo con verdure o intingoli, gli altri satelliti bendiddio.

Superfluo è l’esercizio di riassumere i piatti simbolo dell’insegna perché i contenuti vorticano a seconda di istinto e disponibilità in natura: Coniglio in salmì ai funghi secchi, polenta, broccoletti e missoltino; Maccheroni gratinati al pecorino, braciola di manzo cotta nel sugo di pomodoro, scarola ammosciata; Tiella di riso, cozze e patate al forno… Sintesi di umiltà e bontà che non ha eguali nel paese.

Chef

Paolo Lopriore

Vai alla scheda dello chef

In sala

Rosa Lopriore

Contatti

+39031931982

piazza Libertà 36, angolo via Volta
22070 - Appiano Gentile (Como)
ilporticodipaolo.it
infoilportico@gmail.com
PORTAMI LÌ
Chiusura
martedì sera e l'intero mercoledì
Ferie
variabili a giugno e a gennaio
Carte di credito
no American Express e Diners
Prezzo medio vino escluso
50 euro
Menu degustazione
65 euro

Tavoli all'aperto

Delivery / Take away disponibile

Perché fermarsi
la Tacchinella ripiena con patate intere, rotonde lessate e poi passate nel burro, spinaci con uvetta sultanina e mostarda di frutta intera. Un saggio invernale del talento smisurato del cuoco
Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

laurea in Filosofia, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso scuole e università. Nel 2020 ha scritto con Cesare Battisti "Cucina Milanese Contemporanea" (Guido Tommasi editore) 
Instagram @gabrielezanatt