Acqua Panna S.Pellegrino Veuve Clicquot

Guida ai ristoranti d'autore in Italia e nel mondo con i premi alle giovani stelle

Piemonte

Magazzino 52

Nasce come una "vineria e cucina" ma in realtà i fratelli Diego e Dario Rista (in sala e ai fornelli) insieme a Graziano, colui che ha rilevato il locale, hanno ingranato la marcia giusta e non accennano a fermarsi. A conferma di ciò c'è anche, per il secondo anno consecutivo, la segnalazione di Wine Spectator come Enotavola torinese tra le migliori in cui concedersi un calice di vino.

Il nome omaggia il numero civico di via Giolitti, alle spalle di Piazza Vittorio, la più grande della città sabauda. E lo staff è di quelli che hanno l'arte della selezione e dell'eleganza (innata) tra le mani. Solo la carta dei vini appunto e relativa possibilità di acquisto, vale la fermata. Nella lavagna scritta a mano al centro della sala si trovano sempre una selezione rigorosa di bolle nostrane e di champagne ma anche di nebbioli e pinot noir, terroir tutti amati al Magazzino 52.

Quanto al percorso in cucina, in ogni stagione e in ogni evento dedicato i piatti non sono mai banali, sempre pieni e ricchi di ingredienti territoriali (piemontesi). Senza sovrastruttura o artifizi per nasconderli. Si danza tra i tavoli per raccontare melodiche pietanze tradizionali tra cui i Tajarin fatti a mano con fegatini o lo stracotto di vitello, e meno rustiche ove la qualità impervia con densità e sapori tutti in equilibrio. E c'è anche il mare con sempre ben riusciti merluzzo e baccalà o alici marinate accompagnati da peperoni e capperi di Pantelleria. 

Chef

Dario Rista

Sous-chef

Serena Primon

Ai dolci

Luca Novarese

In sala

Diego Rista

In cantina

Graziano Cipriano

Contatti

+39 011 4271938

via Giovanni Giolitti, 52a
10123 - Torino
magazzino52.it
info@magazzino52.it
PORTAMI LÌ
Chiusura
sabato a pranzo e l'intera domenica
Ferie
variabili ad agosto e a gennaio
Carte di credito
no American Express e Diners
Prezzo medio vino escluso
40 euro
Menu degustazione
32 euro

Perché fermarsi
per l'atmosfera, i gusti vivi e precisi dei piatti da provare in abbinamento a un'ampia gamma di Champagne, grandi vini di Borgogna o a base Nebbiolo, terroir amati da Graziano Cipriano
Erika Mantovan
Erika Mantovan

laureata in Economia e valorizzazione del turismo, è consapevole dell'effetto moltiplicatore che anche solo un ingrediente può avere in un territorio. Da dieci anni viaggia (molto) e racconta tutto quello che assaggia di curioso ed entusiasmante